WEC: GLICKENHAUS CONFERMA L’IMPEGNO NEL 2022. A LE MANS CON 2 AUTO.

James Glickenhaus in persona, attraverso i social, ha confermato che il suo team correrà nel WEC anche nel 2022 e per tutta la stagione nella classe LMH Le Mans Hypercar.

La decisione, scopriremo ora perchè, non era affatto scontata.

Lo stesso fondatore della scuderia americana non più di due settimane fa aveva minacciato il ritiro del team se FIA e ACO non avessero adeguato il BoP per rendere la competizione “equa” con la Toyota (usiamo le parole usate da James).

FIA e ACO non hanno mai risposto alla richiesta (o provocazione) di Glickenhaus salvo specificare che a partire dal 2022 avrebbero accettato iscrizioni solo da parte di team in grado di coprire l’intera stagione di corse e non singoli eventi come ha fatto Glickenhaus in questa stagione. Una norma, quest’ultima, che sembrava fatta apposta per escludere il team americano.

Alla fine Glickenhaus, FIA e ACO devono aver trovato un accordo su BoP e iscrizione al campionato 2022 del tipo, (possiamo solo immaginarlo?:

“noi vi concediamo un BoP più equo ma voi correte l’intera stagione e non alcuni eventi come quest’anno”.

Quale che sia la verità riguardo l’accordo trovato è sicuramente bello rivedere le SCG-007 LMH nel WEC 2022.

Glickenhaus stesso ha risposto via social a un appassionato che ha chiesto maggiori informazioni sul team specificando che a Sebring ci sarà una sola vettura, a Le Mans le vetture saranno due mentre per dopo Le Mans una decisione non è stata ancora presa.

Vedrete, amici appassionati, che FIA e ACO spingeranno per avere due SCG-007 in pista e anche in questo caso si troverà un accordo tra il manager americano, Federazione (FIA) e organizzatore (ACO).

La bella storia di un colto (e benestante) appassionato va avanti!

1 2 3 4