MOTOGP: IN TAILANDIA VINCONO LA NOIA E MARQUEZ. YAMAHA RINATA? FORSE…

A causa delle gomme Michelin, incapaci di coprire tutta la durata della gara neppure con la mescola più dura, abbiamo assistito ad un GP di si e no 4 giri.

Emozionante durante le ultime tornate quanto veramente noioso prima di arrivare al finale. Sia Marquez che Dovi, sapendo del limite delle gomme, non hanno spinto e questo ha creato un gruppo in fila non compatto, uno spettacolo piuttosto raro per questa MotoGP, più simile a quello che si vede spesso in Moto3.

La gara è stata tattica, pochi sorpassi con tutti in attesa del finale per provare a sferrare l’attacco decisivo. Il finale è stato al contrario vivace ed emozionante con Marc e Dovi impegnati a darsele di santa ragione come accade ormai dal passato anno, con una differenza:

Dovi ha fatto il Marc mentre il 93 ha fatto il ducatista a livello di strategie! Il demoniaco spagnolo con l’età ha messo su anche testa e ora appare quasi del tutto non battibile. Non esagera più in gara ed anche in prova si concede meno test contro l’asfalto ultimamente.

La vittoria di MM93 chiude un mondiale che non è mai stato realmente aperto in verità.

In Tailandia abbiamo rivisto le Yamaha con Vinales 3°, Rossi 4° e Zarco 5°. Rinascita o fuoco di paglia? Difficile, molto difficile dirlo.

Il ritmo è stato blando e questo, probabilmente, ha permesso alle 4 cilindri di Iwata di stare con Honda e Ducati, detto questo sicuramente il miglioramento rispetto alle passate gare c’è stato anche se la lotta per la vittoria tra Marc e Dovi non è mai stata seriamente in discussione dal duo in blu che ad un certo punto si è riavvicinato solo perchè li davanti lottavano senza pensare al futuro.

Capitolo Rossi. Valentino si è portato anche al comando durante le prime battute “illudendo” quando però il ritmo era molto alto, per il resto gara senza infamia e senza lode per VR46 che ha portato a casa punti importanti per difendere il 3° posto in campionato (Vinales 4° dista 26 punti).

Grande assente suo malgrado Jorge Lorenzo. Jorge volato in prova a causa di un guasto tecnico (2° guasto tecnico per JL99 dopo quello ai freni del Qatar) ha deciso giustamente di non correre tuttavia la vicenda non è chiusa. Non è chiusa perchè Ducati pur ammettendo il guasto tecnico non ha specificato la natura del problema che ha causato il bruttissimo volo che abbiamo visto.

In classifica generale Marquez è sempre più leader con 271 punto contro i 194 di Dovi quando abbiamo ancora a disposizione 100 punti (4 gare).

Valentino Rossi è terzo con 172 punti nonostante nessuna vittoria. Vinales è quarto con 146 e nessuna vittoria. Jorge Lorenzo è 6° con 130 punti e 3 vittorie all’attivo (3 vittorie come il Dovi).

Da notare che Marquez con 7 vittorie supera la somma delle vittorie di Dovi, Rossi, Vinales e Lorenzo. Un dominio netto da parte di MM93.