EFFETTO ECOTASSA DEL GOVERNO: NEL 2019 MENO 100.000 VEICOLI VENDUTI.

Governo nuovo? Nuove tasse sulle auto. Ormai ci abbiamo fatto l’abitudine nonostante questo Governo, in tempi non sospetti, avesse promesso di non introdurre nuove tasse…

La tanto contestata EcoTassa che andrà a colpire i veicoli nuovi Euro-6 che superano un limite di CO2/km in fase di omologazione toglierà dal mercato ben 100.000 veicoli secondo le stime della Federazione delle concessionarie (la tassa era stata criticata anche da FCA, Mercedes con fermezza).

Infatti ogni nuova tassa sulle auto, vedi il superbollo, porta sempre a una contrazione del mercato facendo perdere degli introiti allo Stato e, nonostante l’errore strategico del superbollo, ancora si persevera…

L’EcoTassa infatti andrà a colpire un mercato, quello dell’auto targato 2018, in crisi e sotto le aspettative degli analisti in Europa e in Italia in particolare.

Ma cosa è successo? Perchè il mercato si è fermato?

In primis il PIL italiano si è fermato e questo ha portato incertezza sul futuro. Chi voleva acquistare una vettura a rate oggi ci pensa e posticipa perchè ha poca fiducia nel futuro e teme di perdere il posto di lavoro.

Le campagne contro il diesel hanno confuso i potenziali clienti che non volendo acquistare auto a benzina e non trovando ibride o elettriche “interessanti” hanno deciso di tenere la propria vettura.

Il mercato elettrico in Italia, come in Europa, è inesistente. Vendono “benino” le plug-in, molto bene le ibride mentre le elettriche pure sono ferme e non saranno gli incentivi del Governo voluti dal M5S a cambiare le regole del gioco dato che più che altro mancano le infrastrutture (leggasi colonne, solo 20 a Bologna, una città da oltre 300.000 abitanti…).

Oggi chi ha la possibilità economica di acquistare una vettura elettrica non lo fa per mancanza di supporto alla ricarica quindi, gli incentivi di fatto non servono. Sarebbe stato più giusto dirottare gli incentivi al 100% verso la costruzione di colonne elettriche nei punti strategici delle varie città (parcheggi in prossimità del centro storico, parcheggi dei centri commerciali, parcheggi delle cittadelle commerciali).

Gli incentivi in Italia avranno successo? Il mercato elettrico (plug-in / EV) in Italia incide per appena lo 0.3% dell’immatricolato (dati 2018), un inezia. Gli incentivi porteranno a migliorare queste percentuali? Difficile che sia così. Come detto il problema ora come ora non è economico, è logistico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *