EDITORIALE: QUANDO ALFA ROMEO BATTE AUDI E’…UN GIORNO SPECIALE (E BELLO!)

giulietta tcr 2017 83993A volte, ammettiamolo, essere italiani non è ne facile, ne bello…Tuttavia ci sono giorni nei quali essere nati sotto il tricolore è persino bello, giorni nei quali essere italiani ci rende orgogliosi…

Indipendente dal vostro credo automobilistico amici lettori, bisogna ammettere che quando un Alfa Romeo vince è bello. E’ un bel giorno.

Alfa Romeo, lo dice la storia, ha creato il motorsport per come lo conosciamo correndo ancor prima di Ferrari, correndo ancor prima di BMW, Renault, Subaru ecc…

Alfa Romeo, lo dice il presente, sta tentando un difficilissimo rilancio a colpi di vetture emozionali, belle e prestazionali…La storia è stata scritta e non si può cambiare, mentre il presente è in divenire e personalmente faccio il “tifo” per il biscione in questo momento contro le rivali tedesche che sono difficilissime da scalzare dalle loro posizioni di vertice, posizioni che si sono guadagnate con merito proponendo vetture quasi perfette per decenni mentre le italiane, nell’era pre Marchionne, be…Diciamo che erano poco interessanti ecco.

Per questo quando una Alfa Romeo batte in pista una Audi sono…Posso dirlo? Felice ed orgoglioso!

E’ successo nella Race 1 del GP di Georgia, parliamo di campionato TCR riservato alle vetture strettamente derivate dalla serie a trazione anteriore.

La Giulietta TCR preparata dallo storico preparatore italiano Romeo Ferraris (il cui nome è tutto un programma…) e pilotata da Kajaia ha battuto la Seat Leon Cupra TCR e la nuovissima Audi RS3 LMS pilotata dal campione in carica Comini…

Certo la pioggia ha aiutato, ma la pioggia c’era per tutti…E comunque nella Race 2, che si è corsa in condizioni di asciutto, Borkovic (sempre Giulietta TCR) è arrivato 5°…Posizione che sino alla passata stagione la berlinetta italiana vedeva con il telescopio spaziale.

La vettura del biscione è in crescita anche se sarà difficilissimo battere vetture che corrono nel TCR da anni come la Seat Leon Cupra TCR e la “gemella” VW Golf GTI TCR che è campione in carica, vetture sviluppate da anni di competizioni e di vittorie…Vetture da 350 cavalli contro i circa 320 della Giulietta (che ha una cilindrata inferiore di 250cc, essendo un 1750 contro 2.0 dei rivali)

Per farvi un esempio su quanto sia competitivo e difficile il TCR, l’Opel Astra OCP che ha debuttato in Georia a stento è arrivata in zona punti, e si parla di una vettura nuova supportata dalla Casa madre…

Anche per questo la vittoria della Giulietta assume un sapore speciale e più importante.

Ora però caro Marchionne tutti i fans vogliono il ritorno nel DTM…I tedeschi vanno sfidati, e battuti, in casa…