MOTO. EDITORIALE: MELANDRI? ANDRA’ FORTE. GIUGLIANO? MERITA UNA MOTO UFFICIALE. (IL MIO PENSIERO).

giugliano 2015 7383Moto Editoriale: Marco Melandri, amici lettori ed appassionati ducatisti, andrà forte e vi stupirà! Davide Giugliano? Merita una moto ufficiale per il 2017 e che sia competitiva!

Melandri non si discute, chi lo critica lo fa nel torto. Il curriculum di Marco parla per lui ancor prima delle sue vicende: è un pilota che va forte, va tanto forte quando messo in condizione di farlo (come poi tutti i piloti se non ti chiami Mike Hailwood o Casey Stoner).

Il ravennate è motivato e dopo 2-3 gare avrà già preso le misure alla Panigale R, inoltre il peso piuma di Marco non può che far bene alla moto bolognese che già paga 20cv alla ZX-10R.

Il ritorno dell’ex campione del mondo 250GP farà anche bene alla WSBK come campionato, un italiano carismatico e veloce ci serve ora più che mai per tenere vivo l’interesse verso un campionato sin troppo dominato da inglesi tanto veloci quanto un po freddi a livello di comunicazione.

Apriamo il capitolo Davide Giugliano. Davide attualmente è senza moto e trovo questa situazione assurda, anzi ridicola! Un pilota del suo calibro e del suo carisma merita un mezzo ufficiale, ok non sarà un pilota da titolo mondiale (ma neppure Haga ha mai vinto un titolo…), ma rimane un pilota veloce e spettacolare, un degno interprete ed erede della vecchia scuola dei grandi piloti superbike tra gli anni 90 e 2000.

In MotoGP la Dorna, non è un segreto, indirizza un pochino il mercato piloti per rendere il campionato più aperto ed interessante…Perchè non fa la medesima cosa in WSBK? Attualmente, lo dico senza polemica, la Dorna è stata brava a piazzare in WSBK gli “ex” provenienti da MotoGP e Moto2 e sino ora con risultati non certo brillanti (vedi Terol, Torres, Elias, Hayden…Tutti spagnoli tranne Nicky. Un caso?)

Bisogna secondo me dare fiducia sia a Melandri che a Giugliano per il 2017 e criticarli solo dopo che avranno fallito se falliranno.

In questo momento la superbike ha bisogno di atmosfera positiva non di critiche, ecco perchè voglio dar fiducia a Marco e voglio vedere Davide in sella ad una moto veloce!

 

1 2 3