COME LA HONDA NSR250 E LUCA CADALORA MI…CAMBIARONO LA VITA!

cadalora my storyLa mia vita è cambiata quanto ho visto in tv la Honda NSR250 di Luca Cadalora! Avevo circa 14 anni ed in realtà non sapevo che quello che stavo guardando mi avrebbe portato ad essere quello che sono ora…Ma andiamo con ordine!

Era una noiosa domenica mattina quando non sapendo cosa fare accesi la tv, la RAI trasmetteva una gara di moto. Premetto che prima di allora delle moto non mi fregava proprio nulla…Nella mia famiglia nessuno andava in moto, neppure si parlava di motociclismo! Le immagini mostravano la bellissima Honda NSR250 in livrea Rothmans di Luca Cadalora affrontare una piega, tutto molto noioso pensai…Sino a quando un particolare attirò la mia attenzione più di qualsiasi altra cosa: il forcellone monobraccio!

Infatti non riuscivo a capire come potesse sostnere la ruota da un lato solo! Iniziai a guardare con più attenzione la gara per notare alcuni dettagli tecnici ma capii ben poco…Tuttavia mi ripromisi di guardare altre gare, e cosi fecì! Mentre guardavo Cadalora e la sua “strana” Honda correre mi appassionai sempre di più anche al lato agonistico dello sport, tuttavia il dubbio del forcellone monobraccio rimaneva per me un mistero tipo i misteri di Fatima…Decisi di andare a fondo con la questione! Internet a quel tempo non c’era, in casa mia nessuno capiva un accidente di moto, decisi che la risposta alle mie domande era in edicola! Non perchè l’edicolante fosse un esperto di tecnica, ma perchè vendeva le riviste! Acquistai per la prima volta Moto Sprint perchè ritraeva la Honda in copertina ed iniziai a leggere. Divenni un lettore di robe motociclistiche, ma l’idea di andare in moto ancora non mi stuzzicava perchè mi sembrava una cosa pericolosa…Tuttavia una domenica, ormai sempre incollato alla TV, decisi di provare questa cosa di “andare in moto” e qualche mese più tardi comprai una Aprilia AF-1 Futura Replica 50 usata. Perchè? Perchè mi piaceva moltissimo, poi Aprilia correva quindi per me era una cosa figa avere una moto che corre e, non ultimo, aveva il mio adorato forcellone monobraccio!!

Ah,piccola parentesi su questa moto, il precedente proprietario l’aveva elaborata oltre ogni limite: cambio rovesciato a 5 rapporti, kit 80cc, completo arrow, carburatore grosso come una casa…Mancava l’avviamento elettrico, se scendeva sotto i 4000 giri di spegneva! Fu una grande scuola per me!

Più leggevo le riviste e più mi piaceva leggerle! Raccontavano di posti fighi, mostravano foto di moto, interviste a piloti…Più o meno a 15 anni decisi che da “grande” avrei fatto il giornalista di moto e…15 anni dopo ci sono riuscito.

Curiosamente, mentre tutte le Case in quel periodo vendevano delle repliche delle moto usate in corsa (come non ricordare la Suzuki RGV 250 livrea Pepsi? O la Yamaha TZR125 Marlboro Red Rocket? O l’Aprilia RS125 Chesterfield Biaggi Replica?), Honda non mise mai in commercio una Honda NSR125 Rothmans, addirittura la versione stradale della Honda NSR250 in livrea Rothmans (che esiste…) non venne mai neppure importata in Italia (decisione discutibile dato che le Suzuki 250 si vendevano come il pane!!).

1 2.658 2.659 2.660 2.661 2.662 2.740