GIULIA QUADRIFOGLIO, QUANTO MI COSTI? QUANTO COSTA OGNI ANNO IL V6 ITALIANO?

Premessa: la Giulia Quadrifoglio oggetto di questo articolo NON ci è stata fornita da Alfa Romeo. Appartiene al Direttore e fondatore di TheRaceMode.com ed è stata acquistata presso la concessionaria CAR di Bologna. Alfa Romeo o FCA non sono assolutamente coinvolte in questa esperienza. Lo precisiamo per dovere di cronaca.

Quanto costa possedere e usare una Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio? In questo articolo non mi occupo del costo della vettura e della sua tassazione ma degli aspetti inerenti al suo utilizzo in città, vacanza, strade di montagna e pista.

Dopo 27.000km e alle porte del secondo tagliando previsto a 30.000km posso tirare delle somme!

Se come me percorrete circa 15.000km l’anno, quindi una percorrenza media spenderete di carburante circa 300 euro al mese, moltiplicati per 12 mesi abbiamo un totale di 3.600 euro/anno in carburante.

Se la usate in pista e montagna oltre che in città dovete preventivare due treni di gomme quindi un totale di 3.000 euro circa. Se la usate anche in inverno dovete acquistare anche le invernali per una spesa di circa 1.200 euro.

I tagliandi nel mio caso sono inclusi (erano in omaggio quando ho acquistato la vettura), così come il terzo anno di garanzia quindi non conosco il costo degli interventi (ma ve lo farò sapere in futuro).

Alle spese aggiungete sempre 1.000 euro per gli “imprevisti”, un cerchio sgraffiato su un marciapiede o su una buca, una maniglia da riverniciare causa urto da parcheggio. A seconda del colore il costo dell’intervento cambia con il rosso competizione giocoforza più caro del rosso Alfa. Un set di pastiglie da cambiare. Una gomma da riparare causa chiodo (le nostre strade sono sempre prodighe di sorprese poco natalizie…).

Tirando una somma la cifra è la seguente e così si compone:

3.600 euro di carburante

3.000 euro di gomme (+ 1.200 per le gomme invernali se la usate in inverno)

1.000 euro di imprevisti

a questi vanno aggiunti i bolli e l’assicurazione che sono spese ingenti a seconda del tipo di polizza che fate e dove abitate.

7.600 euro (più gomme invernali), più tasse, più assicurazione.

UPDATE 2020: totale 38.000km

Nel 2020 causa COVID ho davvero usato molto poco la vettura: appena 7.500 km. Non sono andato, come ogni anno, A Spa in Belgio. Non sono potuto andare in trasferta per seguire nessuna ne in Italia, ne all’estero mentre per esigenze di lavoro non sono potuto neppure andare in vacanza. Ho percorso molta città (troppa!) e mi sono concesso diverse puntate verso il passo della Raticosa attraverso la SS 65 che collega Bologna e Firenze. Ma andiamo con ordine.

Arrivano le Pirelli Trofeo R

Ho ripreso a usare la Giulia a inizio Giugno procedendo subito al cambio gomme passando dalle ormai sfinite Michelin Alpin invernali alle Pirelli Trofeo R (costo 1.550 euro compreso montaggio). Con le Trofeo R mi sono trovato meglio rispetto alle Michelin Cup 2 se non fosse per il fatto che durano davvero pochissimo, dopo appena 800km la perfomance cala ma il calo non è repentino ne eccessivamente verticale. La gomma perde prestazione in maniera piuttosto lineare. La carcassa rigida si adatta meglio alla Giulia rispetto alle Cup2 dotate di carcassa morbida con la vettura più stabile anche quando la mescola è fredda. Inoltre appunto grazie alla carcassa rigida non bisogna impazzire con le pressioni come con le Cup2 che vanno settate quasi giorno per giorno dato che sentono moltissimo gli sbalzi di temperatura. Con l’adozione delle Pirelli e della relativa carcassa dura la Giulia è tornata piuttosto “nervosa” al retrotreno con powerslide nervosi, a volte del tutto gratuiti…Non si arriva alle Pirelli PZero di primo equipaggiamento per fortuna (gomme davvero impossibili, dotate di una propria coscienza che spesso amano di più lottare con la vettura che non aiutarla). Ho montato il primo treno a inizio Giugno e il secondo treno a Settembre, sempre per la medesima cifra.

Arriva il freddo e le Pirelli Winter Sottozero S2

Mentre i primi di dicembre ho montato le Pirelli Winter Sottozero S2 invernali al costo circa 1.100 euro. Anche in questo caso rispetto alle Alpin di Michelin sembrano calzare meglio sulla Giulia. Le ho provate anche in condizioni piuttosto sportive su asfalto umido o molto bagnato e la tenuta laterale è ottima. Mi sono concesso un giretto anche sulle fredde strade appenniniche con brevi tratti ghiacciati nelle curve meno soleggiate e il comportamento è stato ottimo, gomme prevedibili che amano pressioni piuttosto elevate a freddo per rendere al meglio, nell’ordine di 2.6 / 2.8 con pressioni più basse la carcassa non rigidissima tende a fare l’effetto di bumping al retrotreno e da molto fastidio (effetto tipico delle Michelin Alpin).

Cambio olio dei freni da Romeo Ferraris

In estate mi sono recato da Romeo Ferraris per un intervento all’impianto frenate. Presso la racing factory di Opera (Milano) ho cambiato l’olio dei freni anteriori, pulito le pinze e spurgato l’impianto. Ora il mio impianto è decisamente più pronto e aggressivo nella seconda parte della frenata. Ho adottato il Castrol SRF, lo stesso olio usato sulle vetture TCR. Il costo dell’intervento è stato di circa 350 euro.

Poco prima della fine del 2019 avevo cambiato le pastiglie freno anteriori, costo 500 euro presso officina autorizzata Alfa Romeo usando le stesse pastiglie di serie.

Lavori previsti per il 2021

Dopo aver abortito l’acquisto della Giulia GTA (ero entrato nella lista) ho programmato una serie di upgrade per la Giulia da eseguire presso Romeo Ferraris. Per quanto riguardo la GTA ho trovato eccessivo il costo di 175.000 euro + optional per la versione “civile” e inoltre ho trovato “fastidioso” il fatto che non fosse possibile ne avere il rosso Alfa, ne personalizzare il colore. Per quella cifra mi aspetto livelli di personalizzazione in stile Porsche, per non dire Ferrari. Dopo due Giulietta Quadrifoglio Verde, la mia attuale Giulia Quadrifoglio sarà la mia ultima Alfa Romeo. Vi confesso che sono in contrasto con le scelte fatte dopo la morte di Marchionne. Ridurre la gamma a sole 2 vetture, pensionare l’ottima Giulietta che avrebbe avuto solo bisogno di essere aggiornata. Aver abortito la nascita della 6C/8C poi diventata Maserati MC20 (qualcuno mi spieghi questa scelta, io non la capisco). Aver cancellato la versione coupè della Giulia. Nessun programma corse. Non mi riconosco nel Marchio. Ho perso la mia “fede”.

I lavori previsti sono questi:

-sospensioni sportive regolabili della KW

-cerchi da 20 della OZ, modello HyperGT (omologati)

-dischi freno Brembo serie GT + pastiglie racing.

-aggiornamento aerodinamico

-filtro aria BMC

Tutti i lavori verranno raccontati qui su TheRaceMode attraverso articoli e video.

Per ricevere in anteprima i futuri articoli manda la tua mail a theracemode@gmail.com

verrai iscritto alla nostra newsletter. NON riceverai mai pubblicità.

STAI LEGGENDO QUESTO POST DAL TUO SMARTPHONE? SCORRI LA PAGINA VERSO IL BASSO PER ACCEDERE AGLI ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI!