CONTATTO TRA PETRUCCI E LORENZO IN GERMANIA. IL TORTO E’ DI DANILO.

Cosa è successo tra Danilo Petrucci e Jorge Lorenzo durante il GP di Germania andato in scena, a quanto pare per l’ultima volta, al Sachesenring?

Assolutamente nulla secondo il parere di Direzione Gara (e la mia personale), ma non secondo il pilota di Ducati Pramac.

I fatti.

Jorge Lorenzo, dopo aver stressato e finito l’anteriore durante il fallito tentativo di fuga si ritrova a tentare di resistere in frenata a Marc Marquez prima e Valentino Rossi poi, tentativi poco fortunati che di volta in volta gli fanno perdere terreno sino a essere ripreso da Danilo Petrucci che sta lottando per il terzo gradino del podio virtuale (come sappiamo poi arriverà Vinales e supererà il pilota di Terni a pochi giri dalla fine).

Jorge arriva ancora una volta lungo e mentre sta rientrando in traiettoria viene a contatto con Danilo Petrucci che vuole approfittare dell’errore del rivale. Il contatto è lieve ma evidente, tuttavia non danneggia nessuno dei due in maniera netta (tanto che andranno avanti nella loro corsa senza problemi di nessun tipo).

E’ un chiaro incidente di gara: Jorge arriva lungo, rientra in traiettoria e viene a contatto in maniera fortuita con Petrucci che voleva, giustamente, sfruttare il momento per prendere la posizione.

Chiaro per tutti tranne che per Danilo che si presenta ai microfoni di SKY per “accusare” Lorenzo di una scorrettezza dicendo che Jorge avrebbe dovuto “sentirlo”.

Petrucci non lo dice chiaramente ma giudica la manovra di Lorenzo una mossa “furba” per proteggersi dall’attacco dal suo attacco.

In realtà la manovra di Lorenzo è assolutamente regolamentare e non è assolutamente condizionata dalla presenza di Petrucci: la Ducati numero 99 è arrivata lunga in frenata ed è rientrata sulla giusta linea (la stessa manovra era stata più volte ripetuta da Lorenzo durante la gara per rientrare in traiettoria).

Semmai è Petrucci, che ha la visione completa della situazione, a dover stare attento alle manovre di Jorge, infatti è Lorenzo a essere davanti e questo gli da il diritto di traiettoria sino a quando è del tutto fisicamente davanti al rivale (ed è questo il caso).

Quindi Petrucci ha torto.

Tuttavia Danilo non si limita a criticare il comportamento di Lorenzo in pista ma si spinge, sempre attraverso SKY, pure sul personale specificando che da quando lui ha firmato per il team factory Ducati Jorge non gli parla più.

Ora, quest’ultima precisazione è assolutamente gratuita perchè del tutto scollegata alla gara, quindi perchè Danilo ha sentito il bisogno di doverlo specificare? Per portare dalla sua la “simpatia” e contro Lorenzo “l’antipatia”? Per cercare di prendere il favore del pubblico ducatista che non stima Jorge? Non si capisce.

Inoltre Jorge ha smentito Danilo dicendo che tra i due non ci sono problemi, quindi a chi credere? Risposta?

Non è importante.

La parole di Petrucci riguardo il modo di fare di Lorenzo nei suoi confronti non sono importanti, sono faccende personali tra due colleghi/rivali di lavoro che non andavano diffuse attraverso i media.

(francamente l’uso personale dei media da parte di certi piloti italiani per manifestare vittimismo è fastidioso e davvero poco professionale, e si sta esagerando. Lo stesso Petrucci attaccò Marquez al Mugello accusandolo di una manovra pericolosa non giudicata tale da Direzione Gara).

Punto.

Petrucci ha manifestato durante l’intervista una certa sudditanza psicologica nei confronti di Lorenzo in realtà, e questo da un prossimo pilota ufficiale Ducati non è un buon segno.

 

  • 94
  •  
  •  
  • 94
  •  
  •  
  •