PERCHE’ DUCATI NON HA PIU’ CREDUTO IN LORENZO? FORSE PERCHE’ COSTAVA TROPPO?

Che senso ha ingaggiare un pilota che porta in dote 5 titoli iridati spendendo milioni di euro se poi smetti di credere in lui? A mio parere nessun senso, eppure è successo.

Il rapporto tra Jorge Lorenzo e Ducati si è rotto perchè Borgo Panigale, a detta dello spagnolo, aveva smesso di seguire le sue indicazioni. Vero? Falso? Scopriamolo.

Dopo questa uscita in diretta televisiva ai microfoni di SKY, i giornalista della pay tv italiani sono andati a verificare le parole del 99 da Gigi Dall’Igna il quale NON HA SMENTITO specificando che dovevano scegliere se seguire Andrea Dovizioso oppure lui…

Allora è dunque vero: non hanno più seguito Lorenzo.

Ma perchè?

JL aveva chiuso il 2017 migliorandosi gara dopo gara, in più di una occasione aveva addirittura sfiorato la vittoria ed il 2018 era iniziato meglio con i test dominati e tanto feeling…Poi il buio.

Poi la moto è come fosse diventata una sua nemica…E così mentre Andrea Dovizioso impuntava i piedi per avere più soldi la posizione di Lorenzo diventava sempre più debole con Jorge che PERDEVA POTERE CONTRATTUALE.

Arriviamo al Mugello con Jorge che ha firmato per Honda-HRC e con Ducati che ha scelto Petrucci da affiancare al confermato Petrucci, arriviamo al Mugello senza nessuna trattativa in atto e cosa succede?

Miracolo!

Arrivano le parti che Lorenzo aveva chiesto da mesi e che mai erano giunte…

E se le parti fossero arrivate prima? E se Lorenzo avesse vinto prima del Mugello? A Ducati toccava confermarlo con tanto di aumento dell’ingaggio (come è stato per Dovi…).

E a questo punto amici lettori io ho un dubbio: non è che mamma Audi (che non sta attraversando un momento proprio al top…) ha deciso di tagliare i fondi a Ducati?

L’ingaggio di Petrucci (perchè non Mir?) mi sembra una scelta di ripiego, non voglio dire una scelta economica, ma sicuramente di ripiego (anche perchè Danilo, gran bravo ragazzo, non ha mostrato sin qui nulla pur pilotando una GP ufficiale da 2 anni a questa parte).

Lorenzo non lo dice apertamente ma quel “non hanno creduto in me” nasconde tante storie che per il momento non si possono raccontare…

Ricordiamo che quando Casey Stoner, allora pilota Ducati, ebbe quel malore Borgo Panigale per scelta di Domenicali decise di non pagarlo (il canguro mannaro lo racconta nella sua biografia) mostrando davvero poca riconoscenza verso il primo (e unico) campione del mondo bolognese in MotoGP.

Lorenzo è stato dunque sacrificato in nome del budget? E’ solamente una mia teoria. Sicuramente l’arrivo del nuovo serbatoio, a contratti chiusi, è una curiosa coincidenza.

E voi credete alle coincidenze in un moto così perfetto e calcolato come quello della MotoGP?