MASERATI A MOTORE CENTRALE, ARRIVANO ULTERIORI DETTAGLI.

Assolutamente a sorpresa durante l’ultima trimestrale FCA ha parlato dell’arrivo di una nuova e inedita Maserati a motore centrale nel corso del 2020, vettura che non era stata di fatto menzionata durante la presentazione del piano industriale (viene da chiedersi dopo la delusione Alfa Romeo: ha senso divulgare dei piani industriali creando aspettative se poi si va del tutto fuori dal piano iniziale?).

No amici, non sarà (purtroppo) una nuova MC12, bellissima vettura nata sulla base della Ferrari Enzo che tanti successi ha regalato a Maserati e a tutto il motorsport italiano. Secondo l’autorevole “Quattroruote”, attualmente in edicola, la vettura verrà costruita partendo dal telaio in carbonio della Alfa Romeo 4C modificato per ospitare un inedito 6 cilindri…In linea.

Esatto, un 6 cilindri in linea che stona con la storia del motori italiani ad alte prestazioni caratterizzati dalla configurazione a V, configurazione che, vale la pena ricordare, vedeva Lancia nel passato tra i grandi innovatori. Altri tempi amici. Altri tempi.

La vettura sarà presenta nel corso del 2020, forse già a Ginevra in chiave coupè e l’anno successivo in chiave spider/targa e verrà, come già la 4C, assemblata a Modena.

Vettura da declinare in chiave racing magari con una bella variante GT3 o oggetto per collezionisti? Il dubbio rimane e non ci resta che aspettare. Sicuramente seguiremo gli eventuali sviluppi con interesse.

UPDATE: il 6 cilindri, che pare confermato, dovrebbe essere montato trasversalmente come il 4 cilindri della Alfa Romeo 4C. Mentre il cambio troverà posto sotto il motore. Uno schema del tutto inusuale per una moderna sportiva. Non è dato sapere se la vettura avrà una qualche componente elettrica ma sembra di no dato che useranno il telaio in carbonio della 4C che non è predisposto per ospitare alcun tipo di batteria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *