WEC: LMH: FERRARI, SARA’ IBRIDA 4WD. PRESTO AL SIMULATORE.

Coletta, direttore delle operazioni GT per il Cavallino Rampante e gran capo del progetto LMH Le Mans Hypercar parla (dicendo poco, purtroppo, in verità) della nuova attesissima vettura che che riporterà Maranello nella top classe del WEC.

Da tempo sappiamo che il tutto verrà affidato alle sapienti mani di AF Corse che da anni gestisce con successo le vetture GT nel WEC. Nessun nome invece trapela per quanto riguarda i piloti, ufficialmente Ferrari non li ha ancora scelti. Strategia del tutto opposta a quella di Peugeot per esempio che ha prima svelato i piloti e poi la vettura.

Coletta chiarisce che la vettura come Toyota e Peugeot sarà un ibrido 4WD ma non parla del motore che, ad oggi, rimane un mistero come non parla dell’aerodinamica specificando però, che non avrà nessuna attinenza con le vetture di serie.

L’aerodinamica sarà figlia della galleria del vento e dato che il regolamento concede molte libertà, prosegue Coletta, stiamo lavorando duramente per trovare la migliore soluzione.

La Ferrari LMH darà vita ad una vettura di serie? Coletta specifica che, come sempre, alcune soluzioni andranno poi nelle vetture di serie come tradizione Ferrari.

Molto presto la vettura “simulata” inizierà lo sviluppo per scendere in pista per i primi test nel 2022 e in gara nel 2023 contro Toyota, Peugeot, Audi, Porsche, BMW e Glickenhaus. A proposito di quest’ultima, sembra certo che rimarrà l’unica vettura “pura” senza parte ibrida a correre la Le Mans 2023 tra le Le Mans Hypercar spinta unicamente dal solo V8 biturbo progettato dalla Pipo (factory del pilota Pipo Derani).

Non è chiaro se Ferrari proseguirà tra le GT con la 488 che nel 2023 sarà in scadenza di omologazione. Tutti gli indizi dicono di si dato che le vendite della 488 in versione GTE e GT3 rivestono una voce importante nel budget dei programmi GT di Maranello che non ha ancora mostrato l’erede della 488.