DUCATI V4R, LE CARENE “LARGHE” NON SI VEDEVANO DAI TEMPI DEL 749R DEL 2004.

Ducati con la V4R ha introdotto, anzi più corretto dire reintrodotto, le carene “larghe” per il modelli R, una finezza aerodinamica che non si vedeva dai tempi del 749R.

Ma di cosa parliamo esattamente?

Ducati con la V4R presentata all’EICMA di Milano ha “vestito” di un nuovo abito la V4, un abito confezionato in una sartoria molto speciale: la galleria del vento.

Rispetto alla V4S troviamo carenature più ampie di 38mm per lato, un cupolino più largo, nuove prese a branchia per l’estrazione del calore e, ovviamente, le appendici alari.

La stessa soluzione fu adotta per la ben più estrema 749R del 2004. Anche in quel caso, rispetto alla versione S, le carenature e il cupolino erano diversi con deflettori più estesi e carenature in carbonio in un sol pezzo, il tutto per migliorare la penetrazione aerodinamica.

Questi dettagli aerodinamici furono poi trasferiti sulla gamma 749/999 in occasione del restyling del 2005 quando vennero eliminate le feritoie sul cupolino.

Tornando alla V4R, vista dal vivo la maggiore larghezza rispetto alla V4S è evidente e sulle prime lascia un po perplesso, sicuramente l’estremizzazione aerodinamica non deve essere piegata al gusto estetico, tuttavia la V4S all’occhio risulta più piacevole.

Detto questo: la V4R deve vincere, non piacere. Evidentemente.