DAKAR 2016: TANTI I PILOTI MOTO SVENUTI A CAUSA DELL’ ALTEZZA MENTRE GUIDAVANO.

dakar 2016 iororoLa Dakar è una corsa difficile, sbaglia chi pensa che questa in Sud America sia più facile di quelle che si svolgeva nel deserto…E’ solo diversa, più facile no di sicuro. Ne sanno qualcosa i piloti che nell’affrontare lo stage 4 sono svenuti a causa della mancanza di ossigeno durante la speciale, prova cronometrata che si svolgeva a 3000 metri di altezza.

L’italiano Manuel Lucchese (privato su Yamaha) è svenuto mentre guidava (!) ed ha ammesso di aver avuto seri problemi durante la guida, problemi causati dalla mancanza di ossigeno al cervello che causa reazioni lente a pericoli imminenti. Manuel per fortuna non ha avuto problemi fisici gravi, mentre la sua Yamaha, capottata in avanti, ha sofferto la distruzione di tutta la parte anteriore e della struttura che regge la strumentazione ed il roadbook.

L’ufficiale Husqvarna Renet è stato trovato privo di sensi a soli 27km dall’arrivo da Laia Sanz, per lui un trauma cranico a conseguenza di una caduta causata, sembra, dalla mancanza di ossigeno. Gran parte dei piloti caduti oggi sono stati aiutati dal pubblico, altri dall’assistenza.

Lo stage 4 è una tappa di tipo marathon. In questo tipo di tappe i piloti non possono essere assistiti dalle proprie squadre quindi chi ha sofferto danni al mezzo dovrà arrangiarsi da solo oppure ritirarsi.

Questa è la Dakar.