GT: DTM: VAN DER LINDE SI SCUSA CON LAWSON PUBBLICAMENTE.

A motori spenti è ancora difficile accettare quello che successo domenica nella Race 2 del DTM a Norisring tra Van Der Linde e Lawson, la scellerata manovra del sud africano dell’Audi alla seconda curva del primo giro ha messo fuori gioco il pilota Ferrari in testa alla classifica generale e ha regalato, in maniera indiretta il titolo a Gotz e alla Mercedes anche loro ampiamente criticati per il gioco di squadra che in tanti hanno definito antisportivo e contro i principi della competizione dato che Mercedes ha chiesto a tutti i piloti della Stella a tre punti, anche rivali di Gotz, di farlo platealmente passare.

Kelvin Van Der Linde, anche lui in lizza per il titolo, se non avesse forato con quella manovra avrebbe vinto il titolo e a quel punto viene da chiedersi: si sarebbe scusato con Lawson? Ad ogni modo Kelvin via social ha deciso di scusarsi con il rivale della Red Bull Af Corse che per tanti appassionati è il vero vincitore del titolo 2021.

Van Der Linde dopo la gara è stato oggetto di feroci critiche via social non solo dai tifosi Ferrari ma anche dagli appassionati tedeschi del DTM che hanno giudicato il campionato, nella migliore delle frasi usate: una farsa.

Abbiamo deciso di pubblicare integralmente il suo messaggio di scuse in inglese per rispetto di Van Der Linde e dovere di cronaca.

Deep breath, here we go: After Sunday‘s race, I decided to turn away from Social Media and reflect on everything that happened. In that time I wanted to make sure to contact the person who most deserved an apology. Liam and I spoke last night. We spoke about everything that happened and I apologized for the actions that cost him the Championship. I also apologized for how I handled the media directly after the race. I was full of adrenaline and had a microphone stuck in my face as I got out of the car without seeing what happened on TV. I didn’t handle it well and I’m not proud of that. On a sporting side everyone is entitled to their own opinion. Us drivers are forced to make high stake decisions within a split second of time. Those are not always the right ones and they often have serious consequences. The social abuse which I received during the last week leave a sad taste in my mouth and will take time to process. The only thing I will say to those that felt the need to write those things: You don’t know me, you don’t know my family and you definitely havent walked a day in my shoes. Sport is Sport. But never ever forget that there are real people behind it all. I do not wish any of that on any human being.I will be back here next year. And I will do many things better“.

Kelvin

1 2 3 1.327