1975: A 401 KM/H CON LA PORSCHE 917/30 A TALLADEGA (USA).

Sono davvero in pochissimi a conoscere questo primato detenuto dalla Porsche 917/30 e dal suo pilota Mark Donohue.

Siamo nel 1975, la carriera della fantastica Porsche 917/30, versione ampiamente modificata per le gara americane di tipo Can-Am della straordinaria 917 che ha dominato le gare endurance in Europa, è finita due anni fa con un altra serie di successi, così si pensa di lasciare un segno con un ultima impresa: realizzare la media sul giro più veloce della storia all’interno di un ovale.

Porsche modifica la 917/30 Can-Am rivedendola a livello di aerodinamica (essenzialmente “scaricandola” di drag, resistenza all’avanzamento), a livello di telaio e a livello di sospensioni dato che il luogo scelto per l’impresa è il velocissimo ovale di Talladega in Alabama, circuito dove usualmente si esibiscono le stockcar della NASCAR.

La 917, ancora una volta riesce nell’impresa siglando il record:

43.3 secondi per completare un giro a Talladega alla media di 355.848 km/h (ancora oggi un valore record per il tracciato).

Durante il giro record Donohue ha raggiunto i 401 km/h in rettifilo sfruttando i 1.230 cavalli generati dal boxer tedesco che però in versione qualifica nel campionato “regolare” era stato in grado toccare e superare i 1.500 cavalli (in cilindrata 5.4)

Da conoscere questo piccolo aneddoto: durante i test sull’ovale di Daytona, in vista del record, fu testato il motore 5.4 12 cilindri boxer che però soffriva le prolungate aperture del gas che gli ovali impongono scaldando sino quasi a bruciare le guarnizioni di tenuta. Per il record di Talladega fu quindi usato il “piccolo” 5.0 sempre aiutato da due turbine.

Il motore della 917, anche questo dato non è molto conosciuto, era composto da due motori derivati dalla Porsche 911 e montati in sequenza a formare un “lungo” 12 boxer. Si usò questo stratagemma perchè il progetto, incredibilmente, non venne preso in considerazione seriamente dalla Casa che lo volle realizzare al risparmio…E per fortuna che fu realizzato aggiungiamo noi!

La 917K (Kurtz, corta) ha dominato le gare endurance battendo anche la sofisticatissima Ferrari 512 in Europa e negli USA ha stravinto con la 917/30 che rimane, ancora oggi, una tra le vettura da corsa più estreme a livello di prestazioni della storia nonostante una meccanica molto semplice (pensate che il motore era raffreddato ad aria…!!)

Da notare che Porsche, dopo aver concluso il programma LMP1 con la 919 Hybrid ha ripetuto in chiave moderna un impresa similare: con una 919 modificata, chiamata EVO, ha realizzato il record assoluto del Ring togliendolo a Bellof che lo aveva realizzato sempre su…Porsche!

Mark Donohue perderà la vita pochi giorni dopo in Austria durante una gara di F1.