MOTO3: QATAR | VINCE MIR (HONDA), FENATI 5° E MIGLIOR ITALIANO.

mir moto3 2017 motogp 229Il motomondiale edizione 2017 si apre sotto il segno della Honda (5 moto nei primi 5 posti) e dello spagnolo Joan Mir che vince, in solitario, il GP del Qatar.

Per Mir, che era stato rookie of the year nel 2016, si tratta della seconda vittoria in carriera e, ovviamente, della prima in stagione.

Fuori dal podio gli italiani che hanno parzialmente deluso le aspettative con Fenati 5° e mai in lotta per la vittoria nonostante una gara, come suo solito, aggressiva.

Migno (KTM SKY Racing Team) è 6° e primo dei piloti in sella a KTM, rimaniamo in casa SKY Racing Team per parlare di Bulega. Il giovane italiano ha deluso chiudendo appena 14°, peggio di lui ha fatto Bastianini che ha chiuso addirittura 16°-

Il podio viene completato da McPhee 2° e Martin 3° (Team Gresini).

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

MOTO2/MOTO3: PIOVE IN QATAR (E MANCANO LE GOMME RAIN) ANNULLATA LA PRIMA GIORNATA.

moto2 oliveira ktm 2017 92I piloti della Moto3 e della Moto2 hanno visto concludere anzitempo la prima giornata di test (di tre) a loro riservata a causa di un problema curioso (ma non raro come si potrebbe pensare) in Qatar: la pioggia!

La pioggia caduta con insistenza e l’arrivo della sera hanno costretto gli organizzatori ad annullare definitivamente la prima giornata anche perchè Dunlop, che fornisce le gomme in Moto3 e Moto2, non ha portato in Qatar le gomme rain.

Nel 2009, lo ricorderete, una violenta pioggia allagò il circuito costringendo i piloti a correre il giorno successivo, ovvero il lunedi.

  • 17
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

MOTOGP: DOPO DUCATI, ANCHE APRILIA PENSA AL DEBUTTO IN MOTO3.

aprilia 125 gramigni 8392Anche l’Aprilia ha manifestato l’interesse a debuttare in Moto3 in un futuro non troppo lontano andando, se vogliamo, a ricordare e magari rinverdire il suo glorioso passato di corse e vittorie (tante) nelle piccole cilindrate con piloti iconici come Gramigni, Sakata e Tokudome.

Dopo Ducati, il cui interesse è stato manifestato ufficialmente dai vertici aziendali, un altra casa italiana pensa alla categoria di ingresso riservata sino a questo momento a KTM, Honda e Mahindra per quanto riguarda l’impegno diretto.

Perchè tanto interesse per la Moto3? I motivi non sono solo sportivi, ma anche strategici. Infatti, al pari di KTM e Honda, Aprilia e Ducati vorrebbero sfruttare la classe cadetta per far crescere giovani talenti ed allo stesso tempo promuovere le future moto sportive in cilindrata 300 che sono strategiche per i mercati emergenti.

Rivivremo il mitico (e durissimo) duello tra Aprilia e Honda che tanto male ha fatto ai giapponesi? Speriamo!

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

DUCATI IN MOTO3? SI. CI STIAMO PENSANDO. PAROLA DI DALL’IGNA.

lorenzo ducati valencia 1Ormai non è più un segreto amici appassionati di motociclismo, la Ducati è seriamente interessata a competere in Moto3 a partire dal 2019 ma, come spiega Gigi Dall’Igna tramite Speedweek.com, bisogna procedere per gradi seguendo alcuni step sia tecnici economici.

Secondo l’ingegnere veneto l’impegno in Moto3 è quasi “naturale” per un costruttore come Ducati impegnato sia in MotoGP che in WSBK ufficialmente perchè è “naturale” andare a sfidare KTM e Honda anche li dove i due costruttori curano i giovani talenti quasi a costo zero (uno su tutti Marquez, ma anche Pedrosa è stato cresciuto sin da giovanissimo da Honda).

Ed ecco il punto economico per Dall’Igna: la crescita dei piloti a costo (quasi) zero. Attualmente Ducati, al contrario di Honda e KTM, non ha un vivaio dove scoprire e far maturare i propri piloti ed è costretta, come nel caso di Lorenzo, a spendere milioni per ingaggiare un top rider (ammesso di trovarne uno sul mercato, cosa non sempre facile).

Un eventuale impegno in Moto3 con uno team junior aiuterebbe la Casa bolognese a risparmiare anche in previsione futura per quanto riguarda la MotoGP e magari anche la WSBK.

Dall’Igna ha spiegato che il progetto Moto3 esiste, è in fase di sviluppo ma non è l’attuale priorità che rimane, ovviamente, il titolo iridato con Lorenzo entro 2 anni.

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

BULEGA RISPONDE A FENATI: “GLI TIRA IL CULO CHE QUASI GLI DAVO PAGA…”

bulega moto3 2016 89403Bulega, debuttante del team VR46, si presenta in Qatar con una gara aggressiva ma non scorretta, dura a tratti questo si…Ma in stile Moto3! Tutto bello e buono no?

In realtà no!

Romano Fenati, leader storico del team VR46 in Moto3, non la prende bene ed attacca il giovane compagno di team (16 anni) dopo la gara accusandolo di essere stato eccessivamente duro con lui.

Nella realtà dei fatti, se avete visto la gara sarete in accordo con me, Fenati è stato autore di una corsa magistrale dopo una bella pole, quasi perfetta…Quasi perchè ha sbagliato nel momento decisivo quando si andava a formare il gruppo che poi avrebbe animato la volata vinta dall’azzurro Antonelli. L’errore è suo e Bulega non ha commesso alcuna manovra sopra le righe.

La risposta di Bulega non si è fatta attendere, e per tenere alto il nome del team VR46 ha rispolverato una risposta alla Valentino Rossi:

“evidentemente gli tira il culo che quasi gli davo paga”.

Se da un lato la risposta di Bulega per quanto colorita è simpatica, dall’altro amici lettori non posso fare a meno di notare una certa deriva polemica nel motomondiale…

Sembra quasi che ora qualsiasi gesto debba essere condannato e criticato pubblicamente, questo anche se non si ha ragione (ed è questa la cosa peggiore):

Rossi contro Lorenzo in FP4 (anche qui, Jorge non ha fatto nulla..)

Fenati contro Bulega (con il secondo assolutamente innocente…)

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

MOTO3: MOTEGI | RACE, GRANDE VITTORIA PER ANTONELLI! CADUTA PER FENATI.

antonelli 2015 789 moto3La gara, partita in ritardo a causa della nebbia di questa mattina, si è corsa sulla distanza di 13 giri piuttosto che 20 per evitare di far slittare la partenza della MotoGP. I ragazzi della Moto3 hanno trovato l’asfalto bagnato e sul finale di gara nuovamente una leggera pioggia.

Parte benissimo Antonelli (Honda) che scappa lasciando dietro di se Oliveira e Binder su KTM, Ono e Loi su Honda. Fenati, partito dalla pole, scatta malissimo e durante le fasi di rimonta cade ripartendo poi ultimo. Dopo una manciata di giri cadono Ono e Loi, per i due hondisti nessuna conseguenza.

Il leader del campionato Kent parte malissimo navigando tra la decima e la quattordicesima posizione in crisi di feeling con l’asfalto, poco meglio fa Bastianini che si attesta nella top bassa tra il 6° ed il 7° posto durante le prime fasi di gara.

oliveira moto3 motegi 2015A 4 giri dalla fine Oliveira, seguito da Binder e Vinales, cerca di riprendere il fuggitivo Antonelli mentre nelle retrovie Kent, con fatica, prova a rimontare posizioni su posizioni per andare a riprendere Bastianini. Ci riuscirà e lo supererà durante l’ultimo giro.

Colpo di scena a 3 giri dalla fine! Caduta per Binder, vittima di un highside. Il pilota KTM riparte con conseguenze solo per il morale. A 2 giri dalla bandiera a scacchi cade anche Vinales, ennesimo colpo di scena di una gara ad eliminazione.

Il traguardo viene tagliato per primo da un grandissimo Antonelli davanti un indomito Oliveira, autore di una gara in rimonta molto coraggiosa! Terzo il giovane rookie Jorge Navarro, mentre Kent chiude 6° davanti il nostro Bastianini e fa un altro piccolo passo verso il titolo iridato. Ormai per il britannico è solo una questione di qualche giorno, probabilmente lo festeggerà in Australia tra sette giorni.

Antonelli, autore della seconda vittoria in carriera, regala il mondiale Marche alla Honda in Moto3, primo nella storia della piccola classe a 4 tempi.

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

MOTO3: QUESTIONE BASTIANINI, CONTRATTO BLOCCATO DA DORNA/IRTA. ENEA NON SI MUOVE.

bastianini 2015 9084 moto3La diatriba Bastianini/Gresini non si è conclusa positivamente per il giovane romagnolo. IRTA e Dorna hanno vagliato il contratto di Enea con il team di Gresini e hanno deciso che il pilota NON può trasferirsi nel 2016 al team di Alzamora.

La storia:

Bastianini ha un contratto valido con Gresini con scadenza a fine 2016. Dopo Aragon Enea ha chiesto a Gresini di rescindere il contratto per potersi trasferire da Alzamora a fine 2015, il manager di Imola ha detto di no facendo valere il contratto.

Alzamora ha chiesto a Dorna ed IRTA (associazione dei team) di giudicare la situazione ma Dorna ed IRTA hanno bocciato il ricorso dello spagnolo a Motegi.

Ora la situazione diventa complessa dal punto di vista emotivo, quale è il rapporto tra pilota e team attualmente? Quale sarà il rapporto dentro il box il prossimo anno quando, teoricamente, Bastianini darà l’assalto al titolo iridato? Situazione che si sbloccherà, verosimilmente, dopo il pagamento di una penale a favore del team Gresini.

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

MOTO3: GRESINI CONTRO BASTIANINI: “MI HA MENTITO”. SCOPRIAMO COSA E’ SUCCESSO.

bastianini 2015 789In Moto3 scoppia una vicenda destinata a far discutere, e non poco, appassionati e paddock: Gresini e Bastianini sono ai ferri corti per questioni contrattuali. Causa della disputa? Il passaggio di Enea al team di Emilio Alzamora, passaggio bloccato da un contratto in essere con la struttura del manager imolese. Ma c’è, purtroppo, di più.

Bastianini e Gresini hanno, prima del fattaccio, avuto numerosi riunioni nelle quali il pilota garantiva di non voler cambiare team per il 2016, addirittura Enea (stando a quello che di Gresini) avrebbe garantito “fedeltà” al team italiano davanti a Nakamoto e Suppo.

Dopo Aragon la doccia fredda, anzi gelata: Bastianini vuole andare da Alzamora (che ha perso Quartararò andato al team Leopard, anche qui non senza polemiche).

Gresini ha accusato pubblicamente il pilota di aver mentito e mentito più volte (queste le parole che trovate sul portale Motorsport.com, QUI il link)

A darmi più fastidio è che Enea e chi lo segue mi hanno preso in giro. Ogni volta che gli ho chiesto, mi hanno ripetuto di non voler andare via. Sono molto arrabbiato, abbiamo fatto mille riunioni con la Honda e, davanti a Nakamoto e Suppo, Enea ha ripetuto di non voler andare via”.

Ora la palla passa all’associazione del team IRTA (infatti il contratto è stato depositato li). Il problema per il team Gresini è molto serio, con il mercato ormai chiuso per quanto riguarda i top rider il team imolese rischia di non avere nessuno pilota in prima linea l’anno prossimo con buona pace di sponsor, team ed investitori.

La questione, inutile negarlo, getta un ombra sulla promessa Enea Bastianini. Il suo talento non si discute ma la sua professionalità? Come ne esce la sua professionalità da questa vicenda?

Vi terremo aggiornati.

SPONSOR BY WRS.SM | RACING PARTS

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

MOTO3: ARAGON | BELLISSIMA POLE DI BASTIANINI!

bastianini misano 2015 3Seconda pole consecutiva per l’alfiere del team Gresini in Moto3! Bastianini dopo il primato (con tanto di vittoria) a Misano, ritrova la prima casella in griglia anche ad Aragon in Spagna grazie ad un giro praticamente perfetto.

A seguire Oliveira, portoghese di KTM e 3° il leader del mondiale Danny Kent su Honda. Ricordiamo che in classifica generale Kent conduce di 55 punti su Bastianini.

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

MOTO3: MISANO | QP, STREPITOSO BASTIANINI A MISANO! POLE DI CATTIVERIA!

bastianini misano 2015La prima delle pole disponibili finisce in Italia, anzi in Romagna grazie ad un velocissimo (e cattivissimo!) Enea Bastianini.

Il pilota del team Gresini (Honda) ha strappato con un ultimo giro al cardiopalma con il cuore il mano il primato a Brad Binder (KTM-Red Bull) andato da poco al comando grazie ad un giro che sulle prime sembrava praticamente imbattibile!

Enea, pur in mezzo al traffico, ha tirato fuori grinta e coraggio per ottenere una pole assolutamente meritata che vale anche il nuovo record del tracciato.

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
1 2