FERRARI E McLAREN GUARDANO AL WEC CLASSE LMP1…FORMULA 1 SEMPRE MENO INTERESSANTE?

Non è più un segreto amici appassionati, McLaren e Ferrari hanno partecipato alla riunione indetta da FIA e ACO per discutere le regole della classe LMP1 che vedrà la luce tra il 2020 ed il 2021. Il regolamento tecnico, ancora in fase di definizione, dovrebbe abbandonare l’ibrido che ha caratterizzato gli ultimi anni perchè troppo complesso e troppo costo e anche, come abbiamo visto durante l’ultima 24 Ore di Le Mans, anche poco affidabile.

Un fase di ricostruzione totale per la LMP1 che è anche un occasione per diversi costruttori di entrare da protagonisti e stiamo parlando di Ford, Aston Martin, Ferrari e McLaren oltre alla già presente Toyota.

Ford affiderebbe a Multimatic Racing, il suo braccio armato nelle corse e già creatore della Ford GT, il progetto della nuova LMP1 mentre per McLaren e Ferrari non ci sarebbero problemi dato che sono in grado di costruire, sviluppare e gestire in prima persona un programma LMP1, su Aston Martin invece ci sono dei dubbi. AMR (Aston Martin Racing) non ha ne il potenziale tecnico, ne quello economico per un progetto del genere…Tuttavia la sua partnership con RBR (Red Bull Racing) potrebbe ovviare a queste mancanze…(in merito non ci sono ne voci, ne sospetti).

L’ingresso di Ferrari e McLaren porterebbe la classe LMP1 ad un livello mai raggiunto nella storia recente dato che le due Case, mese insieme, rappresentano con ragione la storia della Formula 1. I due nomi sarebbero in grado di catalizzare l’interesse di TV, sponsor e pubblico ad un livello totalmente sconosciuto al WEC oscurando, almeno in parte la Formula 1 che sta vivendo una crisi tecnica e di visibilità che rischia di essere irrecuperabile tra regolamenti impossibili da capire, gare noiose e un dominio Mercedes che a voler pensare male sembra quasi “artificiale” (senza dimenticare la crisi economica di Williams e il salvataggio al limite di Sauber grazie ai motori Ferrari alla collaborazione con Alfa Romeo).

Per McLaren e Ferrari il WEC è una fuga o un alternativa? E’ un arma politica contro l’attuale Liberty Media, una forma di ricatto quindi?

La situazione appare più politica che tecnica (entrambe le Case possono allestire nel giro di 12-18 mesi un programma completo, hanno esperienza, denaro, tecnici e giovani piloti da far crescere…Possono, ma lo faranno?).

APPASSIONATO DI AUTO E MOTORSPORT? SEGUI LA PAGINA THERACEMODE GARAGE CLICCANDO QUI!

FERRARI 812 SUPERFAST: DA 292 MILA EURO MA…SONO GIA’ STATE TUTTE VENDUTE!

ferrari 812 superfast 2017 393Volevate ordinare la nuova Ferrari 812 Superfast? Peccato! Se ne parla per il 2018. Infatti la produzione 2017 della 812 è stata tutta già venduta…E trattandosi di una Ferrari 12 cilindri, la cosa non stupisce.

Cosa compriamo con un prezzo che parte da 292.000 euro? Compriamo una vettura italiana anzi, compriamo un concetto di vettura…Quello voluto da Enzo Ferrari che ha sempre “gradito” il motore davanti al guidatore e non dietro, sostenendo che:

“un bue trascina il carro, non lo spinge da dietro”

Un concetto perchè la prima Ferrari commerciale montava un 12 cilindri anteriore in cilindrata 1.5 aspirato da 120 cavalli, e parliamo della 125 S e parliamo del 1947.

70 anni dopo la cilindrata è cresciuta a 6.5, i cavalli sono passati da 120 a 800 ma il resto non è cambiato.

La 812 ha sempre due posti secchi come la 125 S. Ha sempre un motore 12 cilindri anteriore aspirato. Ha sempre il medesimo rosso che per l’occasione è stato ricreato.

…Ha sempre il medesimo cavallino rampante che, non me ne vogliano, ma non ha eguali nel mondo.

Il design della 812 riprende e migliora quello della F12 Berlinetta e della F12 TDF, anzi se è possibile è anche più bella, elegante e sportiva grazie alle sue forme morbide, eppure tese e grazie alla coda che è davvero inedita e particolare nella sua conformazione.

Il taglio del posteriore è netto, salvo poi riprendere come fosse spinto da dentro dal vento creando un curioso effetto di movimenti accentuato dai 4 fari (2 per lato) che sembrano voler uscire dalla carrozzeria…Ancora una volta a livello di design Ferrari stupisce.

A proposito della coda, è questo tratto della vettura che da il nome alla 812. Infatti Superfast non si riferisce alla velocità massima (anche se parliamo della Ferrari con motore anteriore più veloce di sempre) ma al taglio della coda che è di tipo “fastback”. Quindi il nome Superfast unisce aspetti prestazionali ed aspetti di design…Persino il nome è quindi geniale e come sempre, nel caso di Ferrari, molto ricercato. Il numero 812 è anch’esso una fusione: 8 sta per la potenza (800 cavalli), 12 per il numero di cilindri.

A proposito del motore 12 cilindri aspirato…La potenza/litro è di 123 cavalli mentre il regime di rotazione supera gli 8.500 giri, un valore elevatissimo per un 6.5 V12 di 90° aspirato. Un valore persino migliore di quello della nuova Porsche 911 GT3 che la casa tedesca ha presentato a Ginevra, il suo 4.0 6 cilindri boxer aspirato è in grado di raggiungere i 9.000 giri, ma ci riesce con 6 cilindri in meno e 2.5 in meno di cubatura.

Possiamo definire il V12 della 812, senza possibilità di essere smentiti, lo stato dell’arte del motorismo per quanto riguarda i propulsori aspirati.

 

 

 

 

FINANZA. PER FERRARI UN 2016 DA RECORD CON PIU’ RICAVI E PIU’ VETTURE VENDUTE.

ferrari 488 challenge 28912016 a due andamenti per Ferrari, se da un lato la Casa di Maranello ha stentato in F1 (anzi sarebbe meglio dire che ha deluso), dall’altro lato ha “vinto” in campo economico chiudendo una stagione assolutamente da record.

Il Cavallino rampante ha consegnato 8.014 vetture (+4,6% per un totale di 350 unità in più).

L’utile netto è salito a 400 milioni di euro (+38%)

Il bilancio ricavi netti è di 3.1 miliardi di euro (+8,8%)

L’indebitamento è sceso da 797 milioni di euro a 653 milioni.

Per il 2017 si prevedono dati in ulteriore crescita, infatti sono previste 8.400 consegne a fronte di ricavi netti per un valore di 3,3 miliardi di euro.

Gran parte del successo arriva grazie alle vendite della 488 GTB dotata di motore V8 biturbo da 670 cavalli, una vettura che ha subito conquistato gli appassionati e che non ha fatto rimpiangere la bellissima 458 dotata di motore V8 aspirato. La 488 GTB (Gran Turismo Berlinetta) è di gran lunga la modenese preferita.

(in foto la nuova Ferrari 488 GTB Challenge per il trofeo monomarca).

1 2