TECNICA: BUGATTI CHIRON, IL MOTORE W16 8.0 QUADRITURBO DA 1.500 CV.

Amici lettori vi proponiamo una breve monografia tecnica del motore W16 8.0 che equipaggia la Bugatti Chiron, vettura ingiustamente sottovalutata e spesso addirittura “ghettizzata” perchè giudicata senza senso, solo per ricchi sceicchi arabi. Assolutamente nulla di più falso, la Chiron nasconde alcune finezze tecniche a livello di motore, telaio e controllo dinamico quasi uniche nel panorama automobilistico, finezze che ne giustificano (in parte) l’enorme esborso economico necessario per mettersi al volante di questa incredibile vettura francese che pochi giorni fa ha fatto segnare i 490km/h con un esemplare appositamente modificato per cercare il traguardo dei 500km/h.

Il motore ha un architettura davvero particolare, si tratta di un W16 8.0 (7.993, alesaggio per corsa 86 x 86) con bancate di 90 gradi ottenuto incrociando due V8 stretti 4.0. Il motore, che deriva da quello usato sul modello precedente Veyron, eroga 1.500 cavalli e si discosta del tutto dal suo predecessore per quanto riguarda le gestione elettronica totale e la gestione elettronica dei 4 turbocompressori, nonchè per la presenza della iniezione diretta con doppio iniettore per cilindro per un totale di 32 iniettori.

Il W16 è dotato di ben 10 radiatori sparsi per tutta la vettura necessari a smaltire l’enorme calore generato dal propulsore che arriva a dissipare circa 1.500 cavalli dei 3.000 potenziali in grado di erogare.

La vettura francese adotta una pompa dell’acqua di raffreddamento che ha una portata volumetrica massima di circa 800 litri / minuto. Inoltre, aggiungendo i tre radiatori di raffreddamento dell’olio motore e dei turbocompressori, il radiatore dell’olio di raffreddamento della trasmissione, il radiatore dell’olio per l’impianto idraulico ed il dispositivo di raffreddamento per il differenziale posteriore arriviamo appunto al totale di 10 raccontato in precedenza.

Gli airbox alla velocità massima di 420km/h autolimitata (il record di 490 si riferisce a una vettura appositamente modificata) hanno bisogno di “respirare” la bellezza di 60.000 litri di aria al minuto (!) che si miscela con il carburante che in questa fase ha un consumo di 520 metri per litro di carburante (anche questo un record, a suo modo).

Da notare un fatto spesso poco conosciuto: il complicatissimo W16 per via della sua particolare architettura è molto corto e questo si traduce in una vettura lunga appena 4.54 metri (più corta di una berlina!), per farvi un esempio la Ferrari 488 dotata di un “normale” V8 3.9 biturbo è lunga…4.56 metri quindi…di più!