ALFA ROMEO GIULIA: ECCOLA IN VERSIONE QUADRIFOGLIO VERDE CON MOTORE V6 FERRARI!

alfa giulia 2015 2Si è fatta attendere ben 30 anni, tanto è infatti passato dalla presentazione dell’ultima Alfa a trazione posteriore, la mitica 75, ma ne è valsa veramente la pena!

La nuova Alfa Romeo Giulia è assolutamente stupenda, è bella come un Alfa deve essere: sportiva, elegante ed allo stesso aggressiva senza andare nel pacchiano.

Trazione posteriore e motore V6 biturbo by Ferrari per la versione top di gamma Quadrifoglio Verde (500cv la potenza) che a livello di linee rompe in maniera discreta con il passato proponendo 4 porte “vere” e non da coupè/berlina con la 156, rompe con la 159 che l’ha preceduta e si avvicina alle linee sinuose della attuale Giulietta pur senza esserne un clone con la coda (al contrario i tedeschi spesso semplicemente aggiungono la coda ad auto il cui frontale è sempre uguale…).

I cerchi a fori sono tradizione Alfa (personalmente a me non piacciono) e sono di colore scuro, ideali per il tipo di colore scelto per la carrozzeria, un bel rosso competizione.

Il frontale è muscoloso come il fisico di un centometrista e non come quello, inutilmente gonfio, di chi mostra i muscoli in spiaggia senza fare alcuno sport.

Nei prossimi giorni, a partire da domani, dedicherò ampio spazio alla nuova vettura del biscione! Seguiteci!

 

F1: OTTIMO DEBUTTO DI FUOCO CON LA FERRARI. UNA MACCHINA CONTRO IL MURO E TANTA VELOCITA’!

fuoco 2015Provo sempre piacere quando un giovane italiano riesce a realizzarsi nel suo lavoro, è il simbolo che tra tante cose che non vanno, ci sono anche quelle che vanno per il verso giusto…Antonio Fuoco, 19enne calabrese, è sicuramente un ragazzo che sta vivendo le corse per il verso giusto!

Il giovane pilota impegnato in F3 ha fatto il suo debutto sulla Ferrari F15-T durante una giornata di test al Red Bull Ring (Austria). Debutto più che positivo, infatti Antonio aveva il 2° miglior tempo prima di…Tirare la macchina contro il muro in staccata. Nessuna colpa, sono gli incerti del mestiere. Tutti ma proprio tutti i piloti hanno stampato qualche vettura contro il muro, da Senna a Schumacher passando per Hamilton la lista è lunga…Si diventa piloti anche così!

Il debutto di Fuoco sulla rossa non è l’anticipazione del futuro (infatti per il dopo Raikkonen la Ferrari sta cercando un pilota che già corre in F1 e si pensa a Bottas), è stato un “premio” ed un arrivederci alla giovane freccia del sud!

 

AUDI TI INVITA AD IMOLA A PROVARE I SUOI MODELLI PIU’ SPORTIVI!

audi test drive 2015Imola ospiterà il prossimo week end (26-28 Giugno) i campionati italiani ACI durante gli ormai consueti racing week end. All’interno dell’appuntamento Audi ti invita non solo a tifare la R8 impegnata nel campionato italiano gran turismo, ma anche a provare i suoi modelli sportivi affiancati da istruttori di alto livello!

Volete saperne di più? Cliccate QUI!

Mentre se volete conoscere il programma dell’ACI Racing Week End di Imola cliccate QUI

F1: CLAMOROSO! LA F1 POTREBBE TORNARE AD IMOLA NEL 2017!

formula 1 2015 789Bernie Ecclestone, si sa, bada solo ai soldi ed il suo ultimatum a Monza va preso molto molto seriamente:

“Se non avete i soldi, non avrete la Formula 1”.

Mister E prosegue: “vorrei comunque un GP in Italia, quindi sto pensando ad Imola”.

La cittadina romagnola (dove vivo) sta attraverso una specie di rinascita sociale/sportiva da un paio di anni a questa parte. Il circuito è sempre più al centro delle attività cittadine ed agoniste (Le Mans Series, WSBK, track day per clienti Ferrari, Lamborghini, Porsche e track day per comuni mortali…) e non solo…Infatti quest’anno una tappa del Giro d’Italia è arrivata proprio all’Enzo e Dino Ferrari davanti ad una folla di decine di migliaia di appassionati nonostante la pioggia! Naturale, anzi più che naturale, pensare ad un ritorno della Formula 1 (in realtà Imola si è anche interessata alla MotoGP, ma è più difficile a causa della resistenza di Misano e Mugello…).

Da Imola è partita una delegazione ufficiale per incontrare nel Regno Unito Ecclestone, il dialogo pare sia stato fruttuoso ma non sono stati presi accordi definitivi.

Monza non ci sta (ovviamente) e rilancia la sua candidatura in questa “guerra” tutta italiana che avrà un solo vincitore…Un simpatico e miliardario vecchietto di nome Bernie.

 

24H LE MANS: INCREDIBILE, CORVETTE C7.R VINCE! BEFFA PER LA FERRARI 458 SUL FINALE NELLA GTE!

corvette c7.r 24h le mans 2015Il motorsport è impietoso e non guarda veramente in faccia a nessuno. Puoi aver dominato una 24 Ore a Le Mans per 23 ore e perderla ad 1 ora dalla fine per un guasto meccanico, che ci crediate oppure no è quello che è successo alla Ferrari 458 ufficiale del team AF Corse nella classe LMGTE Pro.

Il V8 italiano è stato fermato dalla rottura del cambio mentre era al comando precedendo la stupefacente Corvette C7.R del team americano Corvette Racing. Costretta al rientro, i meccanici hanno cambiato diversi ingranaggi del cambio della berlinetta italiana, per poi “buttarla” nuovamente in pista per agguantare un buon (e deludente allo stesso tempo) 3° posto finale. Peccato.

La vittoria, assolutamente a sorpresa, è stata ottenuta dal V8 5.5 americano ad aste e bilancieri della Corvette arrivano in Europa per disputare la 24 Ore di Le Mans senza troppe aspettative. L’avventura del team Corvette Racing era partita malissimo, infatti la vettura gemella pilotata in quel momento da Magnussen si era schiantata contro un muro durante le prove rompendo addirittura il telaio, non disponendo del ricambio il team ha dovuto ritirare la vettura dalla competizione senza neppure prendervi parte (il nuovo telaio sarebbe dovuto arrivare dagli Stati Uniti dato che per regolamento i team GTE non possono avere quel componente come ricambio, la vettura può essere ricostruita interamente ma sempre sul medesimo telaio).

Ferrari si è tuttavia rifatta vincendo la classe LMGTE AM grazie al team SMP Racing.

QUI LA CLASSIFICA COMPLETA DI TUTTE LE CLASSI DELLA 24H DI LE MANS 2015

NUOVA ALFA ROMEO GIULIA: CRESCE L’ATTESA PER LA NUOVA TRAZIONE POSTERIORE DEL BISCIONE!

Sarà come in foto? Non si sa. Nessuno lo sa. E chi sa tiene la bocca ben cucita. La nuova vettura di Alfa Romeo, la prima del nuovo corso tecnico, è stata creata all’interno di alcuni capannoni anonimi nella zona industriale di Modena…Roba che neppure la CIA durante la guerra fredda!

L’unica cosa certa è la data di presentazione al mondo, il 24 Giugno del 2015. Quindi tra pochi giorni vedremo la prima Alfa a trazione posteriore dai tempi della mitica 75. Vedremo si…Acquistarla sarà un altro paio di maniche.

Voci non ufficiali parlano di vendite a partire dalla primavera prossima. Probabilmente durante quest’ anno di attesa Alfa completerà la gamma con l’introduzione di una Giulia Sportwagon, una Giulia coupè ed una versione Quadrifoglio Verde sia berlina che coupè.

Sulla stessa piattaforma (che può ospitare sia la trazione integrale che quella posteriore, progettata da Maserati) dovrebbe arrivare nel 2017 il SUV. Mentre per quanto riguarda i motori si sa tutto (o quasi): i più potenti V6 biturbo saranno progettati da Ferrari e saranno in condivisione con Maserati.

Rumors parlano di una futura 6C con motore Ferrari posto anteriormente. Dovrebbe trattarsi della nuova Maserati Alfieri (modello che sostituirà la Gran Turismo V8) carrozzata Alfa e resa più sportiva a livello di sospensioni. Mentre sembra certo l’arrivo di un nuovo “duetto”, per rivivere i fasti del vero spider piccolo, leggero e con trazione posteriore.

 

 

AUTO: DODGE VIPER ACR, UN V10 DA 8.400CC E UNA TONNELLATA DI DOWNFORCE!

dodge viper acrIl bulletto del vostro quartiere ha i pantaloni che non arrivano alle caviglie e ha ordinato la nuova Golf R400 per fare il figo al bar? Non c’è problema, la Dodge ha la soluzione al vostro problema, si chiama Viper ACR!

La ACR (American Clubman Racer) non è altro che la GTS-R da corsa (quella rossa in foto) omologata per l’uso stradale. Il poderoso motore V10 da 8.400cc aspirato è in grado di erogare la bellezza di 645cv(!). L’ala posteriore in carbonio è larga quasi 190cm (!). Lo splitter anteriore in carbonio è così basso da terra da essere praticamente inutilizzabile in Italia. A circa 300km/h la ACR è in grado di generare un carico verticale di 1 tonnellata. La sua tenuta laterale è di 1.5g (per farvi un paragone: la nuova Ferrari 488GTB ha un valore di 1.7g).

Le sospensioni sono regolabili (!). I cerchi sono da 19 pollici con le ruote posteriore larghe 355mm(!). I dischi Brembo sono carboceramici. Le pinze anteriori sono a 6 pistoncini e mordono dischi freno da 390mm (!).

Elettronica? Giusto il minimo per farla andare dritta! Il cambio? Un manuale a 6 rapporti come da tradizione Dodge!

Vi bastano per umiliare il bulletto? Se poi siete di portafoglio largo il team Riley che la userà per correre la 24h di Le Mans 2015 ha in casa tutta una serie di parti racing “serie”.

1 22 23 24