IL SUPER GT GIAPPONESE BOCCIA L’ELETTRICO. SI VA VERSO IDROGENO.

Il campionato Super GT elettrico, diviso nelle due classi GT500 e GT300, ha fatto sapere parlando del futuro dell’attività agonista per i prossimi anni di aver bocciato l’idea di un format che preveda auto completamente elettriche in pista.

In Giappone esploreranno altre forme energetiche per sostituire il carburante di derivazione fossile, prima tra tutte la combustione interna alimentata a idrogeno che sta dando buoni risultati in termini di prestazione e autonomia (ma siamo ancora lontani dallo standard del motore alimentato a benzina/diesel)

Ricordiamo che Toyota in merito all’uso dell’idrogeno, sia per alimentare fuel cell, sia per alimentare motori a combustione interna (ICE) sta portando avanti vari progetti con lo scopo di proporre auto che sfruttino tale tipo di carburante in luogo dell’elettrico, tipo di mobilità che Toyota ha ripetutamente e fortemente criticato.

Ricordiamo che Toyota ha corso e completato la 24h del Fuji con una Corolla dotata di motore 3 cilindri 1.6 alimentato a idrogeno senza particolari problemi tecnici.

Riguardo il futuro della serie, molto popolare in giapponese, i vertici del campionato insieme ai rappresentati delle case hanno comunque ammesso che la svolta avrà ancora tempi lunghi e non sarà facile.

La francese Pipo Moteurs nel 2023 correrà la Dakar con un motore a combustione interna alimentato a idrogeno

QUI L’ ARTICOLO.

1 2 3 5