VW PENSA ANCHE AL MOTORSPORT ELETTRICO PER IL FUTURO.

VW, attraverso una nota riservata alla stampa di settore, ha ufficializzato la chiusura della produzione della Golf GTI TCR entro la fine del 2019. La vettura racing riservata alle corse turismo TCR e WTCR non verrà più prodotta ma la Casa tedesca ha garantito i ricambi per il futuro mantenendo quindi un rapporto con chi vorrà usare la vettura per correre nei vari campionati nazionali e internazionali.

Nella medesima nota VW ha precisato che andrà avanti con la produzione della Polo R5 riservata ai team privati nei rally e ha specificato che non ha piani per un impegno ufficiale in merito (ma questo era scontato, le vetture di classe R5 nascono per le strutture private).

Il colosso ha poi specificato che in futuro, senza parlare di una data specifica, costruirà vetture elettriche riservate al motorsport creando una vera e propria struttura per i team satellite e i team privata chiamata “E-Customer Racing”.

Attualmente il gruppo sta sviluppando una vettura di classe E-TCR (turismo elettrico) con il brand Cupra. La vettura, come da regolamento, ha la trazione posteriore e sembra essere ad un buon punto di sviluppo.

Vedremo quindi una Golf GTI E-TCR in pista? Probabilmente si, in futuro si.

Il motorsport elettrico sostituirà il motorsport classico? No. Almeno per l’immediato futuro no, lo affiancherà creando campionati dedicati dove sviluppare soluzioni per la mobilità elettrica del futuro.

LA VW I.D R EMETTEVA IL SUONO DI UNA SIRENA DI AMBULANZA. SVELATO IL MISTERO!

Pur essendo elettrica la VW I.D R mentre attaccava la cronoscalata del Pikes Peake aveva un suono…non era il suono del motore elettrico (che emette un sibilo molto basso, come una piccola turbina)…

Ma il suo di una sirena di ambulanza. Si avete letto bene. No, non è uno scherzo.

Ma perchè questa futuristica vettura dall’aspetto così hi-tech emetteva un suono così fastidioso e poco consono a una vettura da corsa?

Effettivamente per dar fastidio…Per dar fastidio agli animali che, non sentendo alcun suono arrivare, avrebbero potuto incautamente attraversare la strada.

Questo curioso stratagemma si usa al Pikes Peak dal 2011 ed è caratteristica di tutte le vetture elettriche.

Domanda: ma non sarebbe meglio avvisare quelle povere creature con un bel motore endotermico? Ok, forse inquini di più, ma sicuramente non stiri dei poveri animalitti innocenti!

Vogliamo mettere?

PIKES PEAK: E’ RECORD ASSOLUTO PER LA VW ID.R. BATTUTI LEOB E LA PEUGEOT 208 T16.

L’impresa è riuscita, per la prima volta nella storia della cronoscalata più conosciuta e ambita al mondo il record assoluto appartiene ad una vettura elettrica.

Il prototipo VW I.D R (telaio in carbonio prodotto da Norma e motori McLaren) ha completato il percorso di 20km (19.99)verso le nuvole in 7 minuti 15 secondi e 148 centesimi migliorando di circa 15 secondi il precedente record che apparteneva a Loeb e alla Peugeot 208 T16 ottenuto nel 2013.

La T16 motorizzata da un motore V6 3.2 biturbo da 875 cavalli era, di fatto, una vettura da rally estremizzata mentre la I.D R deriva dall’esperienza di Porsche nella LMP1.

Due vetture agli antipodi, e non solo per la motorizzazione.

VW I.D.R PIKES PEAKE: I MOTORI SONO…McLAREN. CONOSCIAMO I DATI!

La VW I.D R che il 24 Giugno attacchera la cronoscalata del Pikes Peak, la più famosa al mondo, è stata creata in appena 8 mesi sfruttando gran parte dell’esperienza di Porsche nella classe LMP1 pur non vantando le stesse, estreme, prestazioni.

La vettura vanta 680 cavalli generati da due motori elettrici di provenienza McLaren Electronics (dato non confermato, di fatto VW non ha specificato la provenienze delle due unità) e pesa circa 1.100kg (il rapporto peso potenza non è estremo perchè il peso delle batterie influisce per quasi il 50% sul peso totale).

Durante la corsa le batterie verranno in parte ricaricate usando la potenza frenante della vettura. Per quanto riguarda l’avantreno verrà usato un solo disco freno per recuperare energia, per quanto riguarda il retrotreno invece verrà usato l’impianto completo.

Prima della partenza la batteria della I.D R verrà ricaricata da un generatore esterno sul modello di quelli usati in Formula E, questo perchè nella zona del paddock non vi è sufficiente energia elettrica per ricaricare la vettura (ironico che una vettura elettrica venga ricaricata da un generatore che va a combustione, non trovate?).

Le batterie, dalla potenza di 40kWh, sono posizionate davanti e accanto al pilota ed hanno un impianto di raffreddamento dedicato (se così non fosse la temperatura all’interno dell’abitacolo arriverebbe a circa 70°).

Il telaio è un monoscocca in fibra di carbonio prodotto da Norma appositamente modificato per ospitare le batterie.

A condurre la vettura sarà il pilota ufficiale Porsche Romain Dumas. Romain ha già vinto tre volte il Pikes Peak, così come ha già vinto la 24 Ore di Le Mans. Si diletta nei rally per hobby e ogni anno partecipa alla Dakar, un vero pilota polivalente.