WEC: NASCE LA HYDROGEN PROTOTYPE CLASS CON ORECA E RED BULL.

Il campionato mondiale endurance WEC ha ufficializzato le “basi” tecniche che daranno vita alla futura Hydrogen Prototype Classe che dovrebbe debuttare nel 2024 correndo insieme (e contro) alle Le Mans Hypercar che nel 2023 avranno ben 4 Case in pista (Toyota, Audi, Porsche e Peugeot, ma la lista potrebbe allungarsi).

Le vetture di classe Hydrogen Prototype come dice lo stesso nome saranno prototipi alimentati a idrogeno e, almeno per il momento, non ci sarà una sfida tra le Case. Infatti l’ACO ha affidato il compito di sviluppare le nuove auto a Oreca per quanto riguarda telaio e sospensioni e a Red Bull, attraverso il Red Bull Advance Technologies RBAT, per quanto riguarda dinamica, aerodinamica, simulazione e recupero energia, Il serbatoio di idrogeno verrà invece fornito dalla Plastic Omnium, azienda francese leader nel settore automotive per quanto riguarda la fornitura di parti plastiche che di recente sta investendo, con successo, anche in strategie per ridurre l’impatto ambientale di auto e mezzi di trasporto. Un altro partner del programma è la Total. Le gomme saranno Michelin. Da notare che Oreca, Total, Michelin e Plastic Omnium sono tutte aziende francesi.

Secondo i piani dell’ACO le vetture della classe a idrogeno dovrebbero poter competere anche per la vittoria assoluta alla 24 Ore di Le Mans una volta sviluppate. Difficile dirlo ora dato, più di una volta le vetture “alternative” hanno perso il confronto in pista contro le vetture “classiche”. Detto questo, sicuramente le vetture a idrogeno, al contrario di quelle elettriche, hanno più possibilità (sulla carta) di battere le endotermiche/ibride.

Un primo prototipo elettrico (in foto) alimentato da fuel cells a idrogeno dovrebbe scendere in pista già nel 2021 nella Michelin Le Mans cup.