IGTC: INDY 8H: FERRARI, LA VITTORIA SI INFRANGE CONTRO UN…DOPPIATO.

E’ stata una 8 ore di Indy a dir poco perfetta quella del trio Rovera/Fuoco/Ilott al volante della Ferrari 488 GT3 AF Corse n° 71. Il giovanissimo equipaggio ha lottato con le unghie e con i denti sin dall’ inizio a colpi di sorpassi bellissimi, addirittura incredibile quello di Ilott quando mancavano circa 90 minuti che lo ha portato in testa per l’ultimo stint.

Il giovane britannico della Ferrari Academy, ex F2, con una manovra perfetta ha fulminato i due rivali (Mercedes e Audi) in frenata prendendo il comando della corsa ma il sogno della 488 GT3 si è infranto contro un Aston Martin GT4 doppiata che ha frenato veramente troppo presto alla curva 1, inevitabile la collisione quando mancavano appena 50 minuti alla fine della gara.

Le parole di Ilott:

ho visto la distanza con la Aston Martin ridursi e ridursi istante dopo istante così, istintivamente, sono andato verso sinistra per schivarlo, ma non è bastato.

Noi (della GT3) in quel punto freniamo al segnale dei 400, loro (i piloti della GT4) frenano al segnale dei 550, lui ha frenato ai 600! Veramente troppo presto. Probabilmente voleva farmi passare, non lo so, lui era interno e io sono dovuto andare esterno verso il muro.

Quando ci siamo parlati mi ha spiegato che voleva farmi passare e di aver frenato presto per questo. Allora io ho chiesto il perchè si fosse messo interno! Quando vuoi agevolare un sorpasso non ti metti nella traiettoria ideale, ma fuori!

E’ stato un incidente stupido. Peccato

Un contatto frutto della poca esperienza del pilota Aston Martin in una gara che ha visto tantissimi contatti in realtà anche tra piloti esperti a causa di un asfalto con veramente poco grip, in particolare alla curva 1, luogo del contatto tra la Ferrari e l’Aston.

1 2 3 6