F1: LA MCLAREN TORNA ALLO STORICO ARANCIONE CON LA MCL32!

F1 2017 mclaren mcl 32 987La McLaren volta pagina (almeno a livello grafico!) e lasciato il color nero/argento retaggio ormai passato delle motorizzazioni Mercedes torna allo storico arancione voluto dal fondatore Bruce McLaren e non cambia solo il colore!

Il team di Woking abbandona anche la storica sigla MP4 voluta da Ron Dennis per abbracciare le lettere MCL. Anche questo è un chiaro segno di rottura con il passato dato che Ron Dennis, per anni a capo del team, è stato mandato via.

Fuori Button, che ha optato per il ritiro a fine 2016, è arrivato il giovane belga Stoffel Vandoorne a far compagnia a Fernando Alonso.

La power unit Honda è stata completamente ripensata e, secondo i tecnici nipponici, non è lontana dalle prestazioni del motore Mercedes (staremo a vedere…)

A livello aerodinamico la MCL32, al pari di Sauber, Renault, Williams e Ferrari, introduce la pinna di squalo dietro l’airscope e come la Renault ha scelto dei vistosi supporti per l’ala anteriore con funziona aerodinamica.

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

F1: LA (BELLISSIMA) RENAULT R.S.17 CON RELATIVA SCHEDA TECNICA.

f1 renault rs 17 2017 908Dopo Sauber e Williams anche Renault lancia la propria sfida al mondiale di Formula 1 edizione 2017.

Il regolamento, a partire da quest’anno, concede molto dal punto di vista aerodinamico dando molta libertà agli ingegneri che, come possiamo vedere sulla vettura francese, hanno liberato il proprio estro creativo con il risultato di creare (finalmente) una vettura anche bella oltre che prestazionale e funzionale.

Il nuovo regolamento ha concesso, lo scrivo per chi non lo sapesse, ali e ruote più larghe per massimizzare la velocità di percorrenza curva (recuperano così quello che, inevitabilmente, verrà perso in rettifilo a causa della maggiore resistenza aerodinamica). Andiamo ora ad osservare la R.S.17 (Renault Sport 2017).

L’ala anteriore, come detto più larga, punta in avanti per quanto riguarda il profilo principale (main plain) ed è sostenuta da un muso dal profilo piatto, molti interessanti i supporti (in giallo) che fungono da convogliatori, una soluzione inedita.

Andando verso le prese dei radiatori notiamo i bargeboard (in giallo con il numero 27). Questi hanno una forma decisamente originale ed elaborata, mai sino ad ora si erano visti elementi simili per dimensioni ed andamento. Le pance, al contrario, hanno una forma piuttosto conservativa (almeno sulla vettura presentata che, lo ricordo, potrebbe differire da quella che effettivamente verrà usata in gara).

La presa dell’airscope sopra il pilota è decisamente larga e ricorda quella Mercedes del passato anno, mentre andando verso l’ala posteriore che è larga e piatta possiamo notare come il comando del DRS trovi posto in una sorta di V appositamente creata.

A livello di setting la vettura ha un rake molto pronunciato con il posteriore decisamente più alto dell’avantreno (un po come ha sempre fatto Red Bull).

A livello di sospensioni nulla di innovativo (per il momento…) con la sospensione anteriore di tipo push rod e quella posteriore di tipo pull rod.

Il motore, completamente ripensato, è come imposto dal regolamento un 1.6 V6 a 90° con turbocompressore singolo ed è servito da una unita MGU-K da 120kW in grado di garantire sul giro ben 4MJ di potenza girando a 50.000 giri e di recuperare massimo al 2MJ al giro. La MGU-H, che gira a 100.000 giri, non ha invece limiti di potenza per quanto riguarda il recupero.

Il peso complessivo della power unit che comprende parte termica, turbocompressore, MGU-K e MGU-H è di soli 145kg ed eroga oltre 900 cavalli (più vicino ai 1000 che non ai 900…)

Il cambio, completamente in titanio, ha 8 rapporti più la retromarcia.

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

FERRARI: VETTEL: “RIMANGO IN FERRARI, MAI PENSATO ALLA MERCEDES”

ferrari vettel 2016 90Seb Vettel pone fine ad ogni tipo di speculazione su un suo eventuale passaggio in Mercedes come sostituito di Rosberg dichiarando di voler rimanere in Ferrari per proseguire il lavoro iniziato a Maranello rispettando il contratto che lo lega alla casa modenese sino alla fine del 2017. Il ferrarista specifica di non aver mai pensato alla Mercedes come alcuni media avevano riportato nelle ore immediatamente successive alla notizia del ritiro di Rosberg mentre sul ritiro del fresco campione del mondo ha un opinione molto netta:

“ognuno è libero di fare quello che vuole della propria vita. Io quando vinsi il mio primo titolo avevo 23 anni (Rosberg 31 ndr) ed avevo solo voglia di correre ed ancora amo correre, quindi di certo non penso al ritiro”

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

MERCEDES: IL CAOS DOPO ROSBERG. SI PENSA A VETTEL, ALONSO…FORSE AD UN GIOVANE.

mercedes 900La decisione del ritiro di Rosberg ha spiazzato i vertici Mercedes con Wolff e Lauda a doversi confrontare, quasi attoniti, sul futuro del team dopo aver conquistato il 3° titolo piloti di fila grazie ai due di Hamilton e Rosberg.

Quando sei un team di F1 vincente e ti chiami Mercedes nulla è facile, bisogna mediare le esigenze agonistiche con la politica (le cifre in ballo sono elevatissime e chi pensa che le corse siano solo questioni di velocità, o è ingenuo o usa poco la testa).

La decisione sul compagno di Hamilton verrà presa a partire da lunedi prossimo con i nomi di Vettel ed Alonso il pole position anche se sotto contratto rispettivamente con Ferrari e McLaren-Honda.

La decisione di Rosberg non ha solamente gettato nel caos il team anglo-tedesco campione del mondo ma anche l’interno paddock della Formula 1, lasciando libera quella che è una vettura in grado di vincere un titolo quasi da sola (e no, non scherzo) Rosberg ha scatenato le voglie di tutti i piloti creando una situazione che in F1, forse addirittura nel Motorsport, non si era mai verificata. In questo momento non vorrei davvero essere nei panni di Toto Wolff e Lauda amici lettori con sponsor che avevano pagato per avere dentro la vettura Rosberg, campagne pubblicitarie incentrate sulla figura di Nico, contratti che dovranno essere disdetti o nella migliore delle ipotesi modificati.

Tra le opzioni sulla scrivania di Wolff anche quella di ingaggiare un giovane pilota da far crescere vicino Hamilton, opzione questa che deve essere valutata sino in fondo perchè la Mercedes “ama” i piloti tedeschi il che porterebbe sulla strada di Vettel…E questo lascerebbe la Ferrari senza il proprio top driver (e chi arriverebbe al posto di Seb?). L’ingaggio di Alonso, dopo il ritiro di Button, lascerebbe la disastrata McLaren-Honda in condizioni ancora peggiori.

Situazione non facile per la Mercedes, difficilissima in prospettiva per Ferrari e McLaren mentre sembra fuori da giochi Max Verstappen (vi immagine un team composto da due ribelli come Hamilton e Verstappen?! I due farebbero nella migliore delle ipotesi un paio di giri prima di buttarsi fuori a vicenda, non prima di aver tirato ogni genere di parolaccia via radio). Il giovane olandese è blindato dalla Red Bull che mai, e per nessun motivo, cederebbe un pilota non sono velocissimo ma anche un eccellente uomo immagine destinato a diventare il volto della bevanda austriaca.

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

F1: A SORPRESA ROSBERG ANNUNCIA IL RITIRO DALLA F1, PER LUI UN CONTRATTO DA 60 MILIONI DI EURO.

rosberg 903Assolutamente a sorpresa (per confessione dello stesso pilota neppure i vertici Mercedes erano a conoscenza delle sue intenzioni) Nico Rosberg si ritira dalla F1 dopo aver conquistato, appena pochi giorni fa, il primo ed a questo punto unico titolo iridato.

La decisione, che ha colto assolutamente di sorpresa non solo la Mercedes ma anche tutto il motorsport mondiale, arriva per potersi dedicare maggiormente alla famiglia dopo 25 anni di carriera.

Il 31enne ex pilota Mercedes rinuncia anche ad un ingaggio di 30 milioni a stagione per 2 anni di contratto che aveva già firmato durante la stagione che si è appena conclusa.

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

CARO LEWIS, TU HAI BISOGNO DELLA MERCEDES…NON VICEVERSA. ATTENTO A GIOCARE CON IL FUOCO.

hamilton 2016 83020Premessa doverosa: a me Lewis Hamilton piace, piace molto come pilota ma non per questo accetto ogni singola che lui fa solamente perchè la fa. Hamilton è ragazzo intelligente, un pilota istintivo ed in definitiva il migliore li in mezzo ma…ma non è autorizzato a fare il cavolo che gli pare solamente perchè è veloce, blasonato e conosciuto.

Il muretto gli ha dato degli ordini chiari e per sicurezza gli ha ripetuto l’ordine ma Lewis, nel tentativo (ormai disperato) di vincere il campionato a discapito del suo compagno di team Rosberg ha deciso deliberatamente di ignorarli mostrando poco rispetto verso il team e poco rispetto verso Rosberg che non ha vinto il titolo per colpi di fortuna, lo ha vinto con merito costruendo gara dopo gara il suo vantaggio.

Mercedes ha già fatto sapere che per Lewis ci saranno conseguenze senza specificare cosa accadrà, ovviamente non si parla di licenziamento ma di sanzioni disciplinari e, con tutta probabilità, un diverso uso degli ordini di scuderia a partire dal prossimo anno.

La Casa tedesca ha fatto benissimo a farsi sentire perchè ogni tanto va ricordato ai piloti chi gli paga lo stipendio e gli va ricordato grazie a chi sono ricchi, vincenti e conosciuti…(i piloti, in special modo quelli forti, sono accentratori e tendono a “dimenticare” che sono dipendenti e non proprietari.)

La verità amici lettori è che Hamilton sta giocando con il fuoco perchè è lui ad aver bisogno della Mercedes e non viceversa…Secondo voi se scambiamo Hamilton con Vettel o Alonso o Verstappen cambia qualcosa ai fini della classifica generale? Assolutamente no. Quella vettura (Dio solo sa perchè) è così superiore alle altre che vincerebbe con chiunque e dovunque.

Io non giudico la manovra di Lewis, certo non è stata il massimo della sportività ma neppure scandalosa come le manovre che furono di Senna, Prost e Schumacher e forse, dico forse, al suo posto avrei fatto lo stesso…Ma se il box mi dice di smetterla di fare di testa mia allora faccio quello che mi si dice e cerco di accettare la sconfitta nel migliore dei modi senza polemiche, senza dichiarazioni votate al complotto (Lewis a volte mi ricorda un noto pilota di MotoGP…).

 

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

F1: LANCE STROLL…PAGARE 30 MILIONI DI EURO PER CORRERE CON LA WILLIAMS.

lance strollLance Stroll è un pilota di vetture formula di origine canadese. Appena 18 anni, Lance ha vinto tutti i campionati nei quali ha corso, dalla combattutissima F4 Abarth alla difficile F3 europea ed il prossimo anno piloterà la Williams in Formula 1 sostituendo Felipe Massa che ha optato per il ritiro a fine stagione. Sin qui tutto normale no? Si parla di un giovane talento che sta facendo carriera nello sport, in realtà no…Non è tutto normale.

Infatti Lance Stroll (o meglio suo padre, un ricchissimo uomo d’affari nel settore della moda) pagherà la bellezza di 30 milioni di euro (esatto 30 milioni) per correre con la monoposto inglese che ha di recente perso uno sponsor munifico come Petrobras.

Il talento di Stroll non si discute ed è per questo preoccupante sapere che i team hanno bisogno di tali cifre dai piloti per “ingaggiarli”. Ci si domanda: il motorsport, ed in particolare la F1, sono ancora sport sostenibili o sono dinosauri che crescono di giorno in giorno ed hanno bisogno di mangiare sempre di più per sostenersi sino ad esaurire tutto il cibo disponibile?

 

 

  • 6
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

F1: BREAKING NEWS: RAPITA PER RISCATTO LA SUOCERA DI ECCLESTONE IN BRASILE.

bernie ecclestone 2016 8494La voce è stata di recente confermata: la suocera di Bernie Ecclestone è stata rapita in Brasile. La donna, 67 anni, è la madre della terza moglie del padrone della Formula 1.

I rapitori avrebbero chiesto un riscatto di 33 milioni di dollari. La notizia è stata confermata dai media brasiliani. Non ci sono dichiarazioni ne da parte dei familiari, ne da parte di Ecclestone.

AVVISO: se leggi questo articolo dallo smartphone scorri la pagina verso il basso sino a trovare il menù degli articoli pubblicati di recente! Buona lettura!

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

F1: UNGHERIA, RAIKKONEN: “VERSTAPPEN SCORRETTO? NON STA A ME GIUDICARE MA…”

raikkonen formula 1 2016 94030Kimi Raikkonen intervistato da SKY ha espresso la sua opinione del duello serratissimo con Max Verstappen per il 5°, duello nel quale Kimi e Max sono venuti a contatto a causa di una manovra poco chiara da parte del pilota Red Bull.

Max, lo dico per chi non avesse visto il GP, ha cambiato direzione due volta andando prima a destra e poi a sinistra mentre il ferrarista stava per attaccarlo. Cambiare direzione è, anzi sarebbe, vietato da regolamento. Leggiamo le parole di Kimi:

“Non posso dire io se è stato scorretto, non sta a me giudicarlo, esistono i commissari per questo, tuttavia ho visto gente penalizzata per molto meno…”

Kimi in maniera indiretta parla dei piloti “protetti” di questa stagione ovvero Rosberg e Verstappen. Il pilota Mercedes ieri ha fatto la pole nonostante le bandiere gialle e a Max viene perdonato praticamente di tutto mentre difende la posizione.

Segui TheRaceMode.com (mettilo tra i tuoi preferiti!!) ogni giorno news di MotoGP & Formula 1!

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

F1: UNGHERIA, VINCE HAMILTON! VETTEL 4°. RAIKKONEN 6° DOPO DUELLO CON VERSTAPPEN.

hamilton f1 2016 8930Quinta vittoria in Ungheria per Lewis Hamilton che regola Rosberg e prende il comando della classifica generale superando proprio Rosberg. I due non hanno mai duellato realmente ed hanno reso il GP abbastanza noioso dal punto di vista dello spettacolo.

Spettacolo che non è mancato nelle retrovie grazie ai piloti Red Bull e Ferrari che, curiosamente, nel finale si sono trovati a duellare.

Lo scontro Ricciardo vs Vettel per il 3° posto è stato vinto dal pilota Red Bull nonostante una gran rimonta da parte di Seb che tuttavia non ha mai avuto lo spunto per superare Daniel.

Lo scontro Verstappen vs Raikkonen per il 5° posto è stato vinto dal giovane Max che respinto ogni tipo di attacco da parte di Kimi che davvero le ha provate tutte. Il finnico della Ferrari è persino venuto a contatto perdendo alcune parti dell’ala anteriore durante un tentato sorpasso, dopo il contatto non ha mollato e ha raggiunto di nuovo Verstappen ma il giovane, Rosberg lo sa bene, non si passa! Il ragazzino tremendo della F1 ancora una volta dimostra di saper difendere la propria posizione contro tutto e tutti, a volte va sul limite del regolamento ma mai oltre chiaramente. Bello da vedere ed anche divertente!

Nonostante il duello con Max Raikkonen (che partiva 14°) ha realizzato il giro più veloce in gara.

Come detto Ham supera in generale Rosberg e si ritrova al comando per la prima volta quest’anno dopo ben 11 gare.

Prossimo appuntamento in Germania la settimana prossima, poi pausa estiva.

Ricordiamo una fase destinata a far discutere: Button, aiutato via radio dal suo box, è stato punito con un ride trough. Per la stessa “colpa” Nico Rosberg il GP scorso ha preso una piccola sanzione in termini di secondi. Stessa situazione ma punizione diversa, perchè?

APPASSIONATO DI AUTO? SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK “THERACEMODE.COM | AUTO NEWS” CLICCA QUI

 

  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
1 2 3