APRILIA RSV4: ARRIVANO LE ALI, 217 CAVALLI E TANTI MIGLIORAMENTI (I DATI).

Cresce la cilindrata a 1.100 aumentando l’alesaggio a 81 da 78mm (a listino anche la versione WSBK replica in cilindrata 1.000), cresce la potenza che arriva a 217 cavalli alla bellezza di 13.200 giri (versione 1.100).

Arrivano le appendici alari di serie già viste sulla RSV4FW del 2018. Arriva il finale Akrapovic in titanio omologato di serie (bellissimo!) e la batteria al litio della Bosch.

Ma non solo! Infatti arrivano tante migliorie ciclistiche per aumentare la prestazione e il feeling, già ottimo con il V4 veneto, storicamente la moto più reattiva da tanti anni a questa parte.

Cambia la taratura della forcella Ohlins NIX30 che aumenta anche nell’escursione di 5mm. Rivista anche la taratura del monoammortizzatore Ohlins TTX posteriore.

Rivisto anche il forcellone in alluminio che ora vanta valori di rigidità diversi al fine di aumentare il feeling in uscita di curva.

Sempre rimanendo in tema di ciclistica l’offset viene ridotto di 2mm e l’interesse, grazie a nuove boccole nel cannotto di sterzo, si riduce di 4mm.

Arrivano le nuove pinze Brembo anteriori “Stylema” che permettono di montare i convogliatori dei freni come si usa in MotoGP, un vero tocco racing, l’ennesimo di una moto che pare non invecchiare mai a 9 anni dalla sua presentazione.

Arriva la funzione corner-by-corner gestita dal dashboard TFT che è lo stesso della versione 2018 ma migliorato nelle funzionalità (già eccellenti, si sta migliorando il meglio…).

La nuova RSV4 verrà presentata all’EICMA di Milano, a quel punto se sapremo sicuramente di più!

IL CONFRONTO: La RSV4 1100 vanta 3 cavalli in più della Ducati Panigale V4 S, anch’essa in cilindrata 1100. Il peso in ordine di marcia è praticamente identico: 198kg per la Ducati contro i 199kg della moto veneta. Stesse pinze Brembo Stylema. Stessa forcellla Ohlins NIX 30. Più completa la dotazione di serie della RSV4 che offre anche il finale Akrapovic in titanio omologato.