ALFA ROMEO: LA SIGLA 8C IDENTIFICHERA’ IL MODELLO, NON IL NUMERO DEI CILINDRI.

La prossima Alfa Romeo 8C avrà inizialmente, ormai è confermato, un motore V6 2.9 biturbo (una specifica più potente di quello attualmente montato sulla Giulia Quadrifoglio), solo in un secondo momento sarà disponibile il V8, anch’esso di derivazione Ferrari.

I puristi hanno storto, e con ragione, il naso chiedendosi:

come è possibile che la 8C usi un 6 cilindri quando storicamente la sigla 8C vuol dire 8 cilindri?

E’ possibile perchè la sigla 8C nei piani di Alfa Romeo non identificherà più il numero dei cilindri ma uno specifico modello, un po come accade per la R8 in casa Audi.

La R8, lo ricorderete, era inizialmente disponibile con il solo V8 4.2 aspirato a carter secco, in un secondo momento è arrivato il V10 ma il nome, R8, non è cambiato. L’attuale R8 disponibile in tre varianti (R8, R8 Plus e R8 RWS) sfrutta il medesimo V10 di derivazione Lamborghini Huracan pur conservandone il nome che fu della prima versione.

La 8C sarà la sportiva di Alfa Romeo e verrà declinata in versione V6 e V8 (probabilmente arriveranno anche delle varianti spider targa, come nel caso della attuale 4C).

Giusto? Sbagliato? Più corretto chiamarla 6C?

 

ALFA ROMEO 8C 2021: OLTRE AL 6 CILINDRI ARRIVERA’ ANCHE UN V8. McLAREN NEL MIRINO.

La 8C del 2021 non sarà una vettura in serie limitata come la 8C del 2007. Nei programmi di Alfa Romeo la vettura, che andrà a sfidare le sportive McLaren, rimarrà nel listino per svariati anni e dopo la prima versione, dotata del V6 di derivazione Ferrari già usato sulla Giulia Quadrifoglio arriverà una seconda variante, più potente, dotata di un V8 sempre di origine Ferrari e sempre, come il V6, in abbinamento con il Kers fornito da Magneti Marelli che già troviamo all’interno della supercar Ferrari LaFerrari.

La versione V6 avrà 740 cavalli mentre la variante V8 supererà gli 800.

La 8C potrebbe avere, anche se non ci sono ne conferme ne smentite, una carriera agonistica nelle classi GT3 e GTE Endurance.

Un rinnovato impegno nelle corse riporterebbe Alfa Romeo ai fasti del passato completando così quel rilancio tanto voluto e desiderato da Sergio Marchionne che ha imposto la trazione posteriore per tutte le Alfa del futuro a partire dalla Giulia Quadrifoglio.

(in foto un interpretazione artistica della 8C 2021)

ALFA ROMEO 8C 2021: SARA’ EREDE SPIRITUALE E TECNICA DELLA 33 STRADALE DEL 1967.

La nuova Alfa Romeo 8C che vedremo a fine 2020 per essere commercializzata nel 2021 sarà una vera e proprio supercar dotata di motore centrale e telaio in carbonio, una vettura senza compromessi in grado di superare i 340km/h.

Più che l’erede della ultima 8C che nasceva su base Maserati, quindi con motore anteriore e trazione posteriore la nuova 8C sarà l’erede spirituale e tecnica della bellissima 33 Stradale prodotta dal 1967 al 1967.

La 33 Stradale (appena 18 esemplari), una tra le vetture più belle di tutti i tempi, aveva infatti il motore posteriore centrale come la futura 8C ma non solo. La vettura disegnata da Franco Scaglione montava un V8 2.0 progettato da Busso capace di erogare nella versione stradale 230 cavalli a ben 8.900 giri quindi anche il numero di cilindri sarebbero corretto qualora Alfa usasse un motore V8 in luogo dell’attuale V6 2.9 biturbo che già equipaggia la Giulia Quadrifoglio.

Non è la prima volta che le linee della 33 Stradale ispirano le matite dei biscione, era già successo per la 8C su base Maserati e per la recente 4C con telaio in carbonio e motore posteriore centrale. La nuova 8C come 33 Stradale sarà una sorta di “on off” di serie che potrebbe costare anche più di una attuale Ferrari 488GTB (si parla di 250.000 euro).

Domanda: avrà gli sportelli ad apertura verticale come la 33 Stradale?

Non ci resta che attendere!