THERACEMODE.COM E’ CONTRO L’ECOTASSA: BASTA TASSARE AUTO E MOTO.

Premessa: questo non è un articolo politico a favore o contro un partito, TheRaceMode è da sempre non politicamente schierato per garantire il miglior servizio possibile ai nostri lettori. Questo è un articolo che vuole criticare la scelta di tassa, ancora di più, le auto.

Automobilisti e motociclisti da decenni sono usati come veri e propri bancomat dallo Stato.

Le moto vengono colpite da bolli incredibilmente cari, pedaggi autostradali sproporzionati, velox nascosti ad arte sui passi di montagna, assicurazioni in aumento ogni anno senza un vero e proprio motivo e cosa hanno in cambio? Strade sempre più pericoli e ridicoli divieti.

La situazione degli automobilisti è anche peggiore. Oggi è IMPOSSIBILE usare la vettura senza prendere un qualche tipo di multa. Anche qui tra velox posizionati su stradoni con limite 50 e infrazioni semaforiche “libertine” ci tocca fare i conti con bolli, superbolli, passaggi di proprietà carissimi, IPT, assicurazioni, vandalismo notturno, costo della benzina tra i più alti in Europa, strade piene di buche e costo del pedaggio in costante aumento anche se gli stipendi sono a fermi da oltre 10 anni.

Ora il lato del Governo targato M5S si inventa questa EcoTassa creata per colpire le auto nuove Euro-6 più inquinanti.

Vorrei capire, è uno scherzo?

Per anni la UE prima e i vari governi dopo ci hanno imposto limiti pur di cambiare auto “stressando” il cittadino con le norme Euro, poi è iniziata una insensata guerra al diesel e ora si fa la guerra pure alle auto nuove?

Ma la sacrosanta libertà di acquistare e usare quello che ci pare dove è finita? L’ Europa oltre 70 anni fa si è liberata di una dittatura per poi…Impostarne una su base “ecologica”?

Mi chiedo, e vi chiedo: dove la UE quando le grandi navi petroliere e portacointainer inquinano i nostri mari e nostri cieli bruciando una miscela di diesel, olio combustibile e zolfo? Dove è la UE quando gli aerei inquinano i nostri cieli?

L’EcoTassa, criticata da FCA, Mercedes e tantissime associazioni che lavorano dentro il mondo dell’auto è un errore strategico come lo è stato il superbollo anni fa. Rischia di mandare in crisi il mercato del nuovo e di destabilizzare a livello psicologico le persone che già sono molto “stanche” dopo aver superato a fatica la più grande crisi economica occidentale dopo quella degli anni 30 (il fattore psicologico e morale è sin troppo spesso sottovalutato da chi governa ed è un errore che già in passato ha portato a forti malcontenti, ribellioni e in determinati casi anche a guerre).

Anche gli incentivi per le auto elettriche promessi dal Governo sono un errore strategico. Sono un errore perchè le nostre città non hanno impianti di ricarica distribuiti in maniera capillare e la situazione è anche peggiore lungo le strade statali usate dai pendolari, in questo caso non solo le colonne sono assenti ma non ci sono neppure programmi di sviluppo in merito.

Auto elettrica ok, ma che senso ha acquistarne una se poi non vi sono i servizi per supportarla?

Concludo dicendo che il problema non è l’EcoTassa di per se ma la somma di tutte le tasse che paghiamo sulle auto nuove che sono:

IVA al 22%

IPT

Assicurazione

Bollo (+superbollo superate certe potenze)

Accise sul carburante (necessario per usare la vettura)

Parcheggi

Pedaggi

Revisione obbligatoria

Passaggio di proprietà nel caso di acquisto di auto usata.

Inoltre bisogna avere a che fare anche con i divieti ecologici che spesso ci VIETANO di usare le nostre auto seppur in perfetto stato di manutenzione.