COME NASCE L’SF90 STRADALE? UN TOUR NELLA FABBRICA PER SCOPRIRLO.

Ferrari ha comunicato nelle scorse ore che realizzerà una serie di 8 video dedicati alla SF90 Stradale, la sua prima ibrida plugin.

Il primo degli otto video dedicati alla SF90 Stradale racconta la nascita del suo cuore a otto cilindri. A Maranello, infatti, i tecnici del Cavallino realizzano degli stampi all’interno dei quali viene colato dell’alluminio fuso per per creare i blocchi motore. Una volta raffreddato, il metallo viene sottoposto a diversi trattamenti per migliorare la durabilità dei vari componenti e garantire le massime prestazioni. Il propulsore della SF90 appartiene alla famiglia F154, introdotta originariamente dalla California T del 2014 e poi ripresa, in veste evoluta, dalle 488 GTB, F8 Tributo e da altri modelli della Casa, come la Roma. Nel caso della SF90 Stradale il V8 ha subito alcune modifiche all’alesaggio e corsa, una modifica che ha migliorato notevolmente le prestazioni del V8 di Maranello.

Il secondo video consente di uscire virtualmente dalla fonderia, si passa così al reparto dedicato all’assemblaggio del propulsore termico. Qui i processi diventano ancor più raffinati, ma i robot continuano a collaborare con gli umani per garantire la massima precisione. Nel blocco motore vengono così inseriti diversi componenti, a partire dall’albero a gomiti per poi arrivare alle testate, passando per bielle e pistoni. Diverse parti sono state aggiornate rispetto alle altre unità a otto cilindri di Maranello, compresi i sistemi di aspirazione e scarico. Il V8 biturbo utilizza turbine twin scroll con wastegate a controllo elettronico e arriva a erogare 780 CV e 800 Nm.

Il terzo video della serie mostra alcune fasi della produzione della scocca, un processo in cui l’artigianalità viene utilizzata per garantire la massima precisione nell’assemblaggio. I vari pannelli della carrozzeria, infatti, vengono raccordati a mano per ottenere delle superfici pronte per la verniciatura. Prima di passare nel reparto dedicato alla finitura, la carrozzeria viene sottoposta a dei controlli che verificano la corretta unione dei vari pannelli.

Articolo scritto da Davide Coppola.