AUTO ELETTRICA: IN AUMENTO IL PREZZO DELLE BATTERIE…I SOLDI NON SONO MAI “GREEN”.

Le auto elettriche saranno pure green ma non sfuggono alla regola della domanda e dell’offerta:

hai bisogno di qualcosa? Allora devi pagare di più. Punto.

Così mentre Case cercano di convincere i clienti ad acquistare queste benedette auto elettriche garantendo ricariche in tempi record (ma chi cavolo vuole aspettare 30 minuti o fossero anche 10 davanti ad una stazione di ricarica?!) e autonomie incredibilmente basse spacciate per importanti (400km, un diesel/ibrido ne garantisce più del doppio) si ritrovano ad avere a che fare con i produttori di batterie.

I produttori del prezioso componente infatti stanno aumentando i prezzi ponendoli in relazione alla crescente domanda e questo andrà, inevitabilmente, ad alzare i prezzi delle vetture all’interno del listino disincentivando ulteriormente l’acquisto.

Ma perchè?

Questo perchè le Case non producono batterie al momento ma le comprano dagli specialisti che sono per lo più coreani, giapponesi e cinesi e quindi sono in balia delle inevitabili fluttuazioni del mercato.

Nella partita elettrica l’Europa è indietro, tanto indietro, non tanto per questioni tecnologie quanto per mancanza di materia prima, infatti la Cina è tra i più grandi estrattori di litio al Mondo mentre il Vecchio Continente ne è quasi totalmente sprovvisto.

Come già scritto a più riprese da noi di TheRaceMode il mercato dell’auto sta cambiando non tanto per questioni ambientali, quanto per mere questioni economiche.

Non casualmente il litio, da tempo, è considerato dagli economisti il petrolio del 21° secolo: chi controllerà il mercato del litio, in maniera diretta controllerà anche il mercato dell’automobile elettrica per i prossimi decenni.