CON LA LE MANS HYPERCAR: “RINASCE”IL CAMPIONATO FIA GT1.

Abbandonate le bellissime, sofisticate, costose e complicate LM P1 ibride da quasi 1.000 cavalli con prestazioni simili (se liberalizzate) alle moderne F1 FIA e ACO hanno di recente ufficializzato non solo il regolamento tecnico ma anche il nome della futura top class riservata alle vetture endurance: Le Mans Hypercar, o se preferite LMH.

La nuova categoria NON prevede l’uso di prototipi, abbiamo scritto il non in grande perchè FIA e ACO sono state molto chiare in merito, i team privati dovranno usare vetture omologate dalle Case che a loro volta dovranno vendere la versione stradale della versione da corsa al pubblico. Questo non vuol dire che le Case costruiranno sofisticate e costose hypercar in casa, come già successo con la Ford GT costruita da Multimatic, le factory appalteranno a racing factory esterne il compito di progettare, assemblare e vendere il numero minimo di vetture per omologare la vettura nella classe LMH. Il regolamento tecnico scritto da ACO e FIA riguardo le collaborazioni esterne è ancora molto chiaro: un eventuale motore proveniente da un fornitore esterno prenderà il nome della Casa che lo sta utilizzando tranne nel caso in cui il modello di serie non preveda il “doppio” nome, quindi Casa e motorista.

Porsche 911 GT1 in azione alla 24 Ore di Le Mans nel 1998.

La LMH, di fatto, può essere considerata una sorta di classe FIA GT1 in chiave moderna dato che il regolamento è molto simile alla classe che ha dominato la scena endurance tra il 1997 e il 2007, grazie a gare molto combattute e vetture meravigliose. Addirittura anche il numero minimo di esemplari necessari a omologare la vettura è il medesimo tra FIA GT1 e LMH: 25.

Il regolamento tecnico, decisamente libero, della LMH è il medesimo del FIA GT: si può correre con ogni tipo di motore, architettura, cilindrata, sistema di sovralimentazione, sistema ibrido purchè sia usato nella vettura omologata. Pochi vincoli: un peso minimo di 1.100kg e una potenza massima di circa 800 cavalli.

Il regolamento FIA GT tra il 1997 e il 2007, nella classe GT1, ha generato vetture ancora oggi iconiche, veri simboli del motorsport come l’invincibile Maserati MC12, la Porsche 911 GT1, Mercedes CLK-GTR, McLaren – BMW F1 GTR, Viper GTS-R, Ferrari 550 Maranello GTS-R, Corvette C6.R

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *