WEC: GTE-PRO: CAMPIONI DEL MONDO!! FERRARI E PIER GUIDI CAMPIONI!

Difficile sintetizzare il week end del Bahrain che ha appena chiuso campionato mondiale endurance WEC della classe GTE-Pro. Mentre nella classe Le Mans Hypercar il dominio Toyota è stato assoluto (e francamente noioso essendo, di fatto, l’unica casa partecipante) nella GTE-Pro nonostante la presenza di due sole case, Porsche e Ferrari, la competizione è stata tesa e nervosa, in pista e fuori anche a causa di una classifica che vedeva separate le due case di appena 1 punto a favore del cavallino.

Infatti l’ equipaggio Ferrari AF Corse composto da Pier Guidi e Calado è arrivato in medio oriente con appena un punto di vantaggio sulla Porsche 911 RSR di Manthey Racing Posche GT Team alla vigilia dell’ultima gara della durata di 8h ore.

La gara è stata una vera e propria sprint race della durata di 8 ore con distacchi contenuti in pochi secondi, a tratti addirittura pochi decimi e quando a 12 minuti dalla fine Pier Guidi è arrivato a ridosso della 911 di Christensen dopo un bell’inseguimento è successo quello che non doveva succedere, complice anche la sfortuna che ha preso le sembianze di una vettura di classe LMP2.

In frenata la 488 ha speronato la 911 mandandola fuori pista in una zona di via di fuga asfaltata. Pier Guidi passa con la Porsche che entra ai box per un breve rifornimento già programmato danneggiata al diffusore e all’impianto di scarico e con le gomme “spiattate”.

A quel punto Direzione Gara sanziona la Ferrari n° 51 obbligandola a restituire la posizione con Pier Guidi che, effettivamente, gira più lento di 10 secondi per agevolare il sorpasso che però non avviene dato che la 911 è ai box.

Dopo il pit di Porsche la penalità scompare ed è iniziano le polemiche.

Senza alcuna penalità in termini di tempo Pier Guidi vince la gara e il titolo insieme a Calado.

Porsche fa ricorso durante la notte italiana ma il ricorso viene respinto e allora la casa tedesca fa appello contro la decisione di aver tolto la penalità.

Ma perchè FIA e ACO hanno tolto la penalità alla Ferrari n°51? Al momento, 7 novembre 2021 ore 14:07, non c’è una riposta.

Infatti FIA e ACO non hanno spiegato il motivo dell’annullamento della penalità.

La palla ora passa al tribunale sportivo e sarà una questione lunga dato che potrebbero trascorrere anche 60 giorni.

Quello che è successo in pista è infatti difficile da decifrare: il tamponamento è evidente, ma è evidente che Pier Guidi rallenta per restituire la posizione come intimato da Direzione Gara (il cronometro infatti non mente).

La domanda è:

cosa succede se una vettura che deve riacquistare la posizione in gara grazie a una penalità inflitta all’avversario entra invece ai box per un pit? E’ una manovra “furba” per cercare di ottenere la vittoria a tavolino piuttosto che in pista?

Nell’attesa di una decisione, che non sarà facile da prendere, il titolo nella classe GTE-Pro va alla Ferrari 488 GTE di AF Corse pilotata da Alessandro Pier Guidi e James Calado.

Ferrari vince anche il titolo, questa volta senza dubbi, nella GTE-Am con la 488 GTE di AF Corse pilotata da Perrodo, Rovera e Nielsen (2° titolo consecutivo di classe).

Ferrari vince inoltre il titolo riservato ai costruttori.

Per Pier Guidi è l’ennesimo alloro di una stagione incredibile che lo ha visto trionfare alla 24h di Le Mans, alla 24h di Spa, vincere il campionato GTWC Endurance, il mondiale WEC ed è in lotta per il campionato IGTC quando manca una gara alla fine della serie riservata alle vetture GT3.