BMW: A NOI CORRERE PIACE E SERVE! E ARRIVA LA NUOVA M4 GT3.

Elettrico? Ibrido? Mollare le corse? Al momento non se ne parla proprio! BMW, pur guardando al lato “green”, andrà avanti con una gamma in grado di soddisfare tutte le esigenze proponendo vetture come l’ecologia i3 sino alla muscolosa M8 passando per le nuove M3 e M4 senza dimenticare SUV a Z4 (e il marchio Mini).

Notizia di oggi è che la Casa tedesca ha già in cantiere la nuova M4 classe GT3 2022 che sostituirà la M6 GT3 (vincitrice per due volte della 24 Ore di Spa). La nuova coupè dell’elica nascerà sulla piattaforma della nuova M4 che a sua volta si svilupperà intorno all’iconico e immortale 6 cilindri in linea.

I vertici di BMW, parlando della nuova M4 GT3 2022 che completerà la gamma racing su base M4 (M4 GT4, M4 DTM e appunto M4 GT3), hanno specificato come le corse siano essenziali per identificare il brand e sviluppare nuove tecnologie da applicare alle vetture in vendita.

BMW, che ha appena chiuso il programma M8 GTE nel mondiale WEC, quindi non solo non molla le corse, ma rilancia la propria sfida pur non creando un proprio programma ufficiale ma limitandosi a supportare i team più competitivi attraverso strategie di tipo factory backed (team privati supportati a livello tecnico e spesso finanziati dalla Casa madre).

La chiusura del programma M8 GTE dopo appena un solo anno stupisce un po, ma non preoccupa. La vettura, pur essendo interessante, si era dimostrata sin da subito poco competitiva contro vetture super specialistiche come Ferrari 488, Porsche 911 RSR e Ford GT (tutte dotate di motore posteriore-centrale) ottenendo molto poco in termini di risultati pur vantando ottime strutture supportate dalla Casa e piloti molto veloci. In realtà nella competitiva classe WEC GTE sembra non esserci più spazio per le vetture con motore anteriore e anche Corvette, con la C8, ha definitivamente lasciato questo schema così antico, quanto affascinante.

(in foto la M8 GTE durante la sua presentazione ufficiale).