F1: MONZA, LECLERC LO SPIETATO! FREGATI SIA VETTEL CHE HAMILTON!

Charles Leclerc si porta a casa la pole del GP d’Italia a Monza! La notizia di per se, dopo la vittoria di Spa, non è una sorpresa per chi non ha visto il turno di qualifica sino agli ultimi istanti della Q3…Se invece avete assistito a questo “strano” spettacolo strategico/psicologico avete assistito alla messa in pratica di tutto il genio strategico del giovane monegasco che sul finale trova il modo di fregare sia il compagno di team Vettel che Lewis Hamilton con una mossa, non mossa…

Ma andiamo con ordine.

Kimi schianta la sua Alfa Romeo in uscita parabolica andando a impattare con la coda il muro, vettura messa male, mentre il finlandese ne esce ok (da notare i tanti errori del campione del mondo 2007 durante questo week end, errori che in genere il freddo Kimi non fa). Direzione Gara espone la bandiera rossa e blocca la Q3 quando mancano circa 4 minuti alla bandiera a scacchi. Charles è in pole seguito da Lewis e dal solito anonimo Bottas che in pista c’è ma non si vede. Seb è quarto con un po di sfortuna, infatti Kimi ha tirato la sua Alfa contro il muro proprio quando il tedesco era in pista per il suo giro veloce.

Tolta la vettura e rimessa in sicurezza la pista Direzione Gara da la bandiera verde e riapre la pit lane che rimane…Deserta. Infatti nessuno ha interesse a uscire per primo per poi dare la scia a chi lo segue. Leclerc è pronto in auto ma non ha la minima voglia di mettere il muso fuori e fare da riferimento a Lewis. In realtà è proprio l’inglese a doversi muovere quando mancano poco meno di 2 minuti tira fuori la sua Mercedes e prende la via della pista aprendo, di fatto, le danze.

Hulk con la Renault, con una mossa degna di Dick Dasterdly, arriva lungo alla prima variante e si fa sfilare da tutti mentre li davanti si bloccano tutto. Dentro il casco Leclerc sorride. Vettel cerca strada libera e cerca la scia di Leclerc che infatti lo supera salvo…Rallentare in parabolica proprio davanti a Seb tagliandolo fuori dall’ultimo tentativo dato che il tempo è finito. Un altra vittima illustre della strategia di Charles è Lewis che rimane bloccato dietro di lui e si deve accontentare del 2° posto con Bottas 3° e Vettel, parecchio nervoso sul finale, 4°.

Leclerc, venendo meno al gioco di squadra, decide di prendersi la pole. Giusto? Sbagliato? Charles è un campione e come tale ha pensato solo a se stesso. Dal canto suo Vettel doveva, forse, essere più svelto a superare Sainz e invece a metà del giro è stato attendista, ha perso la visione di insieme che al contrario Leclerc ha sempre mantenuto mostrando freddezza, lucidità e spietatezza degna del miglior Schumacher e del miglior Hamilton.

Domani ne vedremo delle belle perchè Lewis di star dietro a questo ragazzino non ha voglia…Sarà un bel Gran Premio!

Secondo Valsecchi (ex pilota) è stato un spettacolo molto bello e avvincente, secondo Federica Masolin (non ex pilota) è stata una delusione per i tifosi che, in realtà, hanno tirato fuori un boato micidiale alla fine della Q3 con Leclerc amatissimo come si ama un vero leader.

E voi cosa ne pensate? Vi è piaciuto lo spettacolo oppure no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *