RISPONDO ALLE VOSTRE DOMANDE RIGUARDO LA MIA GIULIA QUADRIFOGLIO!

Come avevo promesso ai lettori di TheRaceMode.com rispondo alle domande che mi sono giunte via mail e via Facebook riguardo la mia Giulia Quadrifoglio acquistata nuova nel Marzo 2018 presso la concessionaria CAR di Bologna (ad oggi 3 Dicembre ho percorso 13.100km circa).

Ho scelto solamente alcune domande, quelle più frequenti, per evitare di scrivere un articolo troppo lungo e dispersivo, in futuro ho già programmato altri post di questo tipo quindi ci sarà modo di rispondere a tutti! M.M.

Luca Moretti: come ti trovi? Hai avuto noie? E’ affidabile?

Ciao Luca! Mi trovo benissimo e sinceramente la vettura ha superato tutte le mie aspettative. La uso tutti i giorni per andare a lavoro, sono andato a Spa in Belgio a vedere una gara di endurance, in estate sono andato a “tirarla” sul mio passo di montagna preferito (la Futa che collega Bologna a Firenze). E’ una vettura che si piega a ogni tipo di utilizzo ed è questo il suo aspetto più sorprendente! Se ho avuto noie? A dire il vero no. Per fortuna in questi primi 13.100 km no e non ho avuto avvisaglie di problemi tecnici. Il consumo dell’olio è regolare, il consumo delle pastiglie dei freni è regolare, il motore ha sempre girato rotondo. Se è affidabile? Per il momento lo è stata quindi posso dirti di si.

Donato Guerra: Consumi? Da 1 a 10 che esperienza di guida bisogna avere per gestire i suoi 510 cavalli? Quanto costa un tagliando?

Ciao Donato! I consumi in relazione alla potenza e al peso della vettura (quasi 1.700kg in ordine di marcia e guidatore) sono più che ottimi. In autostrada a velocità codice percorri tranquillamente gli 11km/l, in montagna scendi a 3-4km/l mentre in città sei sui 7-8km/l dipende da come guidi. In mappa Race per esempio puoi bruciare 15 litri in pochi km se decidi di fare lo “scemo”,  mentre in mappa A (che spegne 3 cilindri in determinate condizioni) puoi arrivare a percorrere anche 13km/l.

Che esperienza bisogna avere per gestire i suoi 510cv? La vettura in mappa A è facile, la spinta è veemente in mappa N e bisogna prestare attenzione perchè si rischia di arrivare troppo presto dove pensavamo di arrivare più tardi (curva successiva, auto in colonna ecc…). Con la mamma N i controlli sono inseriti quindi è difficile fare del danno con un minimo di conoscenza della vettura. In mappa D i controlli sono presenti ma leggermente allentati (è la mappa migliore per imparare a conoscere la vettura e per andar forte in montagna). La mappa Race toglie i controlli elettronici ed è…Complicata. Guidare con la mappa Race inserita richiede concentrazione perchè la vettura, letteralmente, potrebbe partire di posteriore in un qualsiasi momento, anche in città. Basta l’asfalto leggermente sporco, una traccia di umido, un tratto di strada dal manto non omogeneo e si rischia di girarsi o lanciare il muso contro un muro o un marciapiede. Prima della Giulia Quadrifoglio guidavo una Giulietta Quadrifoglio Verde da 240 cavalli, quindi non una vettura lenta…Ebbene ho dovuto “imparare a guidare di nuovo” per condurre al meglio la Giulia. Una volta presa confidenza con la mappa Race ci si diverte anche con partenze in power slide dai semafori sino in seconda o terza marcia, 180 gradi nei parcheggi…Come in tutte le cose bisogna avere pazienza e in questo caso anche rispetto per la vettura e tanta umiltà. La potenza in gioco è elevata. Di recente ho guidato nuovamente una Giulietta Quadrifoglio Verde da 240 cavalli e, onestamente, mi è sembrata una Punto 1.2 a livello di motore…Eppure sino al passato anno la trovavo prestante e emozionante…

Quanto costa un tagliando? Sinceramente non lo so. Mi è stato regalato il pacchetto di manutenzione gratuita e estensione della garanzia quindi non pagherò i tagliandi previsti (mentre pago gli interventi fuori dalla manutenzione ordinaria). Appena possibile mi informerò presso l’officina della concessionaria CAR e lo scriverò nel prossimo articolo dedicato alla Giulia Quadrifoglio.

Nicola Onorato: mi sapresti dire se a livello di assemblaggio di esterni e interni siamo a livello dei tedeschi? Qualità dei materiali?

Ciao Nicola! La vettura non presenta alcun scricchiolio proveniente dagli interni, ne presenta zone non più allineate sempre negli interni che sono assemblati bene (rispetto alla Giulietta per esempio la differenza è enorme e si percepisce anche a occhio). Meglio dei tedeschi? Difficile dirlo. I tedeschi in questi ultimi anni hanno perso un pochino di qualità puntando molto sulla parte estetica per ammaliare gli acquirenti, Alfa Romeo ha seguito la strada opposta: poca estetica, qualità e praticità nell’utilizzo dei comandi. Gli interni della Giulia non sono “luccicanti” come quelli di una Mercedes ma sono pratici ed essenziali e paradossalmente anche più costosti! Infatti il dashboard della Giulia, dotato di strumenti “reali” costa ben più di un dashboard dotato di strumenti tablet che creano strumenti virtuali.

Assemblaggio esterno intendi gli allineamenti delle parti di carrozzeria? Sono praticamente perfetti e in questo caso posso dirlo, migliori di certe Audi uscite di recente.

Qualità dei materiali? La mia essendo una Quadrifoglio ha la plancia rivestita in pelle di serie e devo dire che è di ottima qualità, così come i sedili in pelle e alcantara e il volante con inserti in alcantara. Parlando di interni cito l’unico intervento in garanzia: mi è stato sostituito il sedile lato passeggero perchè la pelle presentava una imperfezione di circa 1cm nella zona della seduta. Mi è stato cambiato il sedile nel giro di pochi giorni. Difficile capire se il danno è stato causato da un problema della pelle o da un fattore esterno infatti nessun altro sedile mostra imperfezioni. Sempre parlando dei sedili mi avevano detto che quelli in carbonio tendono a diventare rumorosi per via degli accoppiamenti giocoforza rigidi delle parti in carbonio (guscio e cover), in realtà non si notano rumori di nessun tipo o giochi negli accoppiamenti.

Giorgio Mario Manconi: tende a seguire le imperfezioni della strada? 

Ciao Giorgio! Nelle mappe A e N le sospensioni fanno il loro dovere benissimo filtrando bene le asperità (e questo mi ha parecchio sorpreso perchè mi aspettavo una vettura più rigida e rumorosa quindi). Nelle mappe D e R con le sospensioni rigide (che sono escludibili tramite apposito pulsante) le asperità vengono mal digerite. Non si arriva a sobbalzare, tuttavia in città meglio non usare le sospensioni sportive anche per preservare la stessa vettura.