CONFRONTO: GIULIA QUADRIFOGLIO VS STELVIO QUADRIFOGLIO. 1.000 CAVALLI A CONFRONTO!

Il primo giudizio che mi è venuto in mente? Lo Stelvio Quadrifoglio è la versione al rallentatore della mia Giulia Quadrifoglio. Attenzione perchè questa frase non è un offesa, anzi…La Giulia se guidata con il proposito di andar molto forte (che è differente dall’andare forte…) diventa difficile da guidare, nervosa, reattiva e parecchio traditrice se l’asfalto non è in condizione perfette. Lo Stelvio V6 al contrario ti permette di andare allegro (quasi forte) senza farti vedere i muri a meno di un metro di distanza se esci troppo forte dalle curve grazie alla trazione integrale Q4 e al peso che ne “rallenta” le reazioni.

Una volta mi dissero: con la Giulia Quadrifoglio puoi andare fortissimo, ma è difficile. Con lo Stelvio Quadrifoglio vai forte, ed è facile. Ora capisco il senso di quella affermazione.

Grazie ad Alfa Romeo ho avuto modo di provare lo Stelvio Quadrifoglio che vedete in foto e ho avuto la possibilità di metterlo a confronto diretto con la mia Giulia. Ero davvero tanto curioso di fare questo test, di provare il miglior SUV del mondo. Un SUV in grado al Ring di battere persino delle blasonate berline tedesche…

In effetti lo Stelvio motorizzato V6 è formidabile, motore travolgente, tenuta di strada quasi magnetica, reazioni nel complesso quasi da sportiva (ma attenzione al peso, le inerzie si sentono quando si va sullo stretto), è sicuramente il miglior SUV della storia dell’automobilismo ma…

…non mi ha emozionato come mi sarei aspettato.

Tranne che per lo scatto da fermo (qui abbiamo la trazione integrale, sulla berlina no) sembra di guardare la scena di un film al rallenty. I cambi di direzione sono “lenti”, l’ingresso curva (complice il diametro dei cerchi maggiore rispetto alla berlina e la massa) deve essere preparato con cura e non puoi entrare alla “ho fede nella vettura” come si fa sulla Giulia.

In uscita di curva grazie alla trazione Q4 (perfetta) possiamo spalancare senza ritegno il gas e li dove la Giulia diventa “complicata” a causa della trazione posteriore qui invece tutto diventa più facile, quasi come se stessimo giocando a Forza Motorsport con le assistenze inserite. Avevo già testato la trasmissione integrale Q4 nella Giulia Veloce da 210 cavalli e nello Stelvio benzina da 280 cavalli e l’avevo trovata incredibile per quanto riguarda il feeling di guida, qui nello Stelvio V6 raggiunge l’apice. Stupefacente.

Ma attenzione amici, lo Stelvio è meno emozionate rispetto alla Giulia ok, ma risulta più emozionante di certi SUV tedeschi spacciati per sportivi aggiungendo lettere a caso…ma che in realtà hanno caratteristiche di handling paragonabili a quelle di una vasca da bagno con le ruote.

A livello tecnico Stelvio Quadrifoglio e Giulia Quadrifoglio hanno tantissimo in comune, tuttavia il SUV paga l’assenza di certe finezze tecniche che invece la berlina possiede: l’ala in carbonio attiva su tutte e l’assenza di un fondo con relativo estrattore per ricreare l’effetto suolo e migliorare la stabilità sul veloce (nonostante abbia meno finezze lo Stelvio parte da un prezzo più alto, misteri del marketing…).

In conclusione.

Cercate una vettura sportiva da usare tutti i giorni? Andate di Giulia Quadrifoglio! Volete un suv divertente e veloce? Andate di Stelvio con motore da 280 cavalli (che ho avuto modo di provare come ho già scritto quindi parlo con cognizione di causa) oppure diesel da 210 (motore dotato di una spiccata personalità e se lo dico io che odio i diesel…).

Lo Stelvio Quadrifoglio è troppo goffo e pesante per essere una sportiva ed è troppo costoso da mantenere per non essere una sportiva…E’ un bel giocattolone per distinguersi dalla massa a conti fatti, ma nulla di più a mio parere esattamente come il Lamborghini Urus, ideale se non vuoi passare inosservato mentre vai in palestra oppure alla sera per andare nel locale trendy a mostrare la pelle lampadata e i muscoli da arpionaggio.

Ecco tra le due vetture lo Stelvio Quadrifoglio ha sicuramente più classe della Urus ed è meno banale del “solito” Cayenne e della Macan (la piccola Cayenne).

Concludo con una considerazione che è una domanda: perchè non hanno proposto la Giulia Quadrifoglio con la formidabile trasmissione Q4? E se dovessero farla…Considerando che il 7.32 siglato da Francia al Ring è il medesimo della Audi R8 Plus con trazione integrale e 100 cavalli in più, quanto sotto si potrebbe scendere? Quante supercar si potrebbero tagliare a metà?

di Marco M TheRaceMode